fbpx
lunedì - 4 Marzo, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

ANCORA ANOMALIE??? di Paolo Navone

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Le derive sanitarie di UE, WEF e OMS

A VISO SCOPERTO con Martina Pastorelli, Alberto Contri e Giovanni Frajese Conduce Matteo Demicheli Le derive sanitarie di UE, WEF (World Economic Forum) e OMS (Organizzazione...

Articoli più letti

Quanto è riproducile oggi la Scienza?

  La riproducibilità è un parametro fondamentale nella scienza. Se un risultato non può essere replicato, non può considerarsi scientifico. Eppure negli ultimi anni, si...

Sull’immigrazione

Nexus New Times # 161

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,500IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:


Lungi
dal voler per forza vedere quello che non c’e’, almeno in un paio di
foto un grosso punto interrogative e’ d’obbligo:



Questa
e’ una delle prime foto, scattate da Spirit, di una delle formazioni
rocciose, affioranti, di dimensioni rilevanti.

Come
si puo’ notare, il trattorino non e’ ancora arrivato nei pressi della
stessa poiche’ non vi sono tracce delle sue ruote.


Per dare
una idea di come sono le tracce
lasciate da Spirit eccone
un’immagine:



Gia’ dalle prime fotografie del
gruppo di rocce, se si
guarda attentamente,
vi e’ qualche cosa strano. Innanzi tutto la forma delle dei due massi
e’
nettamente diversa: quella di sinistra molto chiara, a forma di
piramide e
leggermente interrata segue i canoni (se cosi’ si possono definire) del
resto
della superficie marziana formata da pietre aguzze e modellate simili a
frammenti; la seconda invece, piu’ scura (ma probabilmente per un
fattore di
illuminazione) e’ grossomodo cilindrica e pare appoggiata a terra.


Ma
parliamo d’altro per un attimo.

Tra
gli esperimenti e le attrezzature a bordo della sonda, uno in
particolare permette l’analisi del terreno e la perforazione di
eventuali rocce
per studiarne la composizione; questa attrezzatura e’ stata provata su
una
roccia (battezzata “Adirondack”) poche ore piu’ tardi.


L’attrezzatura,
molto sofisticata, e’ agganciata ad un braccio telescopico
che possiede un discreto grado di liberta’:




Il
lavoro di prelievo dei campioni avviene in modo molto semplice, un
attrezzo rotante viene appoggiato alla roccia e la stessa viene abrasa
e
perforata.

Il
materiale cosi’ prelevato viene successivamente analizzato.

Dopo
il “trattamento” del braccio meccanico sul campione di roccia rimane
ovviamente una traccia:


PRIMA
DEL PRELIEVO
DOPO IL PRELIEVO


In
dettaglio, il foro praticato dalla sonda risulta essere cosi’:


Ora
possiamo tornare alla prima fotografia.

Quando
Spirit si e’ avvicinato alla prima formazione rocciosa ha scattato
altre foto dalle quali risulta una anomalia molto piu’ evidente:



Sulla
roccia cilindrica vi e’ una macchia scura, da una foto successiva si
nota meglio:






La
macchia e’ molto regolare e pare essere un foro, una foto al negativo
evidenzia l’anomalia:





Che
cosa puo’ avere prodotto un foro cosi’ regolare ?

Forse
la sonda ne ha prelevato un campione e tale operazione non e’ stata
documentata, perche’?

Ma
se cosi’ fosse: come ha fatto Spirit ad estrarre del materiale
appoggiando l’estrattore su una superficie verticale senza spingere e
spostare
il sasso e, viste le dimensioni dell’apparato, senza creare tracce sul
terreno
nell’area circostante la roccia?

E
poi il foro e’ rettangolare mentre l’estrattore produce segni circolari
(vedi foto precedenti).

Prima
di concludere ancora un paio di foto strane:



La
piramide in lontananza sembra un pezzo staccatosi dalla grande roccia
sulla sinistra,


Da
una prima analisi visiva, infatti, sembra
che il bordo superiore della roccia a sinistra sia
molto simile a
quello inferiore della piramide poco distante, cosi’ come i lati della
stessa
sembrano avere la stessa inclinazione di quelli della piramide:



Se
in passato, forse, erano una cosa sola, cosa puo’ aver staccato la
sommita’ della roccia ed averla scaraventata qualche metro piu’ in la’?


Inoltre,
sempre sulla roccia di sinistra, vi e’ appoggiato qualcosa di
scuro che non sembra avere niente a che fare con la pietra sottostante
(sembra
un pezzo di fango), ma come puo’ essersi depositato li sopra?



Per
chi volesse approfondire o cercare altre anomalie, le fotografie
presenti in queste pagine, sono state estratte dal sul sito ufficiale
NASA:
http://marsrovers.jpl.nasa.gov/gallery

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Verso la fine dell’agricoltura industriale

Nel 2013, le Nazioni Unite hanno pubblicato un rapporto in cui si indica che sarebbe possibile soddisfare il fabbisogno alimentare globale grazie alle aziende...

Marco Todeschini, lo scienziato del futuro

Nuova Scienza e Teoria del Tutto Marco Todeschini Non è facile riassumere in poche pagine a carattere divulgativo tutto il lavoro di Marco Todeschini: si tratta...

La pelle dell’orso

Da sempre appassionato di volo e di aviazione, e in seguito pilota, ricordo con emozione quando assistevo alle numerose manifestazioni aeree, spesso organizzate in...

Un futuro tutto di Facebook

Prima che lo scandalo di Cambridge Analytica assumesse la rilevanza mediatica delle ultime settimane, Nafeez Ahmed documentava le pericolose ingerenze di Facebook nel processo democratico...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube