mercoledì - 8 Febbraio, 2023

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Chi sono i veri “webeti”?

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Una vittoria russa in Ucraina non porrà fine alla guerra

Dietro il disperato appello di Washington per carri armati e altre armi letali per l'Ucraina, si profila la fastidiosa prospettiva che l'offensiva invernale della...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
9,250IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Discutendo con gli utenti sulla sua pagina di Facebook, Enrico Mentana ha coniato il neologismo webete, e ora tutti ne parlano.

L'episodio viene così raccontato da La Stampa:

"Nel rispondere all’ennesimo sconosciuto che lo contestava polemizzando sugli immigrati che stanno negli hotel di lusso mentre i terremotati dormono in tendopoli, il Direttore ha toccato un nuovo apice e coniato un’offesa che dimostra come la lingua, usata da chi ne è maestro, è ancora una spada efficacissima. «Mi stavo giusto chiedendo se sarebbe spuntato fuori un altro così decerebrato da pensare e poi scrivere una simile idiozia», commenta il giornalista. «Lei pensa che il prossimo le sia simile. Ma non c’è distanza maggiore che tra il virtuoso e il virtuale: eppure per lei se uno non grufola contro gli invasori è un fake. Lei è un webete»."

Fin qui i fatti. Ora però si pongono alcune domande: in base a che cosa Mentana ha deciso che "l'ennesino sconosciuto" si sbagli nel preoccuparsi per la fine che faranno i soldi destinati ai terremotati? Solo per il fatto che lui è "conosciuto", vuole dire che ha già ragione in partenza? O forse Mentana è in grado di dare garanzie personali su come verranno usati i soldi per i terremotati?

Nulla di tutto ciò, ovviamente. È semplicemente che lui sta "sopra" (in TV) e noi stiamo "sotto" (in rete), per cui lui ha ragione e basta. È curioso infatti che La Stampa si schieri "a priori" a favore di Mentana, definendolo addirittura uno che sa usare la lingua come un maestro. Gli fa eco il Fatto Quotidiano, che dice che con il termine webete

"Enrico Mentana definisce tutta quella categoria di persone che commentano notizie e avvenimenti sui social e sui blog esprimendo opinioni infondate, non circostanziate, cariche d’odio e qualunquismo."

Sembra quindi di capire che dietro a questo "webete" – termine che purtroppo da oggi sentiremo utilizzare fino alla nausea – si voglia raggruppare il pensiero mainstream, che teme ovviamente il sopravanzare delle "forze oscure del web".

Ma in realtà sono proprio loro, i media mainstream, che ci propinano regolarmente delle notizie senza verificarne la fonte, solo perchè hanno ricevuto una velina del Pentagono, del Dipartimento di Stato oppure direttamente da Rita Katz.

Quando "nostra signora della rete" ci racconta – ad esempio – che è stata l'ISIS a fare l'attentato in Bangladesh, i nostri media mainstream ci ripetono questa "notizia" come se fosse una verità assodata, senza nemmeno verificarla. (Invece, a sentire il governo del Bangladesh, l'ISIS in questo caso non c'entrava nulla).

Ma allora, chi sono i veri webeti? Noi, o loro?


Fonte: www.luogocomune.net (fonte vignetta: http://www.ilsocialcittadino.it/)

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Come finisce l’America

Anche se la notizia più importante della settimana è senza dubbio la Corte Suprema degli Stati Uniti che ha ribaltato Roe vs. Wade, c'è un'altra...

I vaccini trasformati in orrore del secolo – di Bruna Spagnuolo

               Mi sa che i film dell’orrore siano soltanto animazioni per educande e che il vero horror, ormai, sia appannaggio delle più insospettabili componenti sociali....

Alla ricerca della mitica sirena

In tempi passati e moderni numerosi avvistamenti di mammiferi marini dalle sembianze umane e provvisti di pinna caudale biloba indicano l’esistenza di una specie...

Google sta aiutando Hillary Clinton?

Roma, 14 giu – Google, il motore di ricerca più importante al mondo, è finito sotto accusa per presunti aiuti a Hillary Clinton. Il...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube