mercoledì - 1 Febbraio, 2023

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Duterte accusa di terrorismo Regno Unito e Stati Uniti d’America

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Elettrificazione terrestre e 5G: i pericoli spirituali

Fino ad oggi gli autori di controinformazione ben poco si sono occupati del significato “occulto” della tecnologia 5G, cioè dei suoi effetti (o forse...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
9,210IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

La responsabilità britannica (specialmente di Tony Blair) per le guerre nell’Asia sudoccidentale e in Africa e per la diffusione a macchia d’olio del terrorismo è ormai comprovata dalla pubblicazione dell’Inchiesta Chilcot sulla guerra in Iraq, iniziata nel 2003.

Il nuovo Presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha accusato il Regno Unito e gli Stati Uniti d’America di essere i principali responsabili della diffusione del terrorismo. Lo ha affermato rivolgendosi a un’organizzazione islamica, con parole incisive e assai originali.

Il titolo di Associated PressIl Presidente delle Filippine biasima Stati Uniti e Regno Unito per la violenza nel Medio Oriente” apre su: 

“Il nuovo Presidente delle Filippine ha biasimato l’intervento degli Stati Uniti per i sanguinosi conflitti in Iraq e in altre nazioni del Medio Oriente… Il Presidente Rodrigo Duterte ha suggerito in un discorso pronunciato venerdì che la politica americana sia da biasimare per gli attacchi terroristici sul proprio suolo, dicendo che ‘non è il Medio Oriente ad esportare terroristi in America, [ma] l’America a importare terroristi'”.

GAM News Service riferisce che Duterte ha affermato:

“Sono entrati con la forza in Iraq e hanno ucciso Saddam. Guardate l’Iraq di oggi. Guardate quello che è accaduto in Libia. Guardate quello che è accaduto in Siria”. 

Riferendosi in modo chiaro all’Inchiesta Chilcot, ha aggiunto che 

“Dopo un’inchiesta durata quasi dieci anni, salta fuori che non c’erano le basi giuridiche per dichiarare guerra all’Iraq… è stata una guerra inutile”.

Duterte ha anche collegato la crisi in Medio Oriente alla violenza a Mindanao. Duterte e il suo Ministro della Difesa hanno già promesso che le forze armate filippine si concentreranno su Abu Sayyaf, i terroristi “collegati all’ISIS” nelle isole meridionali delle Filippine. L’esercito filippino ha confermato giovedì che almeno nove membri del gruppo terroristico sono morti e tredici sono stati feriti a Sulu, mentre è morto un soldato dell’esercito nazionale [vedi qui].


Fonte: MoviSol.org

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Morte e reincarnazione secondo Giuseppe Mazzini

«Noi crediamo in una serie indefinita di reincarnazioni dell’anima, di vita in vita, di mondo in mondo, di cui ciascuna costituisce un progresso sulla...

Operazione rottamazione

Come risolvere il problema logistico costituito dai veicoli e dagli altri equipaggiamenti militari accumulati, in dodici anni di presenza in Afghanistan? Nel momento in cui...

LA CULTURA DELLA VISIBILITÀ di Paolo Barnard

Cari amici,sono Paolo Barnard, giornalista ex inviato di Report e scrittore (Perché ci Odiano ecc.), impegnato da molti anni nei temi che ci stanno...

Attentato a Boston: stava per aver luogo una esercitazione con “esplosioni controllate”

Due bombe hanno scosso le strade di Boston e ferito decine di persone (12 le vittime). E’ troppo presto per sapere la causa di...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube