fbpx
lunedì - 22 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

“È salito al potere un gruppo di corrotti”. La reazione di Dilma Rousseff, dopo la sua definitiva destituzione attraverso il golpe

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

“ROMANCE” (1986)

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

In Brasile è salito "al potere un gruppo di corrotti indagati". Così Dilma Rousseff, in una proclamazione pubblica poco dopo l'approvazione dell'impeachment a suo carico da parte del Senato. Dopo aver annunciato che ricorrerà "in tutte le istanze" contro la decisione di annullare il suo mandato, Rousseff ha poi sottolineato che il suo

"non è un addio, ma un arrivederci fra breve".

L'ultima fase del processo di impeachment, che il 12 maggio aveva previsto l'allontanamento temporaneo della presidente, è stata ripresa martedì 30 agosto al Senato. Dopo una difesa durata 14 ore, tra il discorso di Dilma e le sue risposte alle domande di più di 50 senatori, a questi ultimi spettava la parola finale. La domanda a cui i senatori sono stati chiamati a rispondere in quest'ultima fase del processo, condotta dal presidente del Supremo Tribunale Federale, Lewandowski, è stata: 

"L'accusata, signora presidente della Repubblica, Dilma Vanna Rousseff, ha commesso i crimini di responsabilità che le sono imputati, relativi alla presa in prestito di somme di denaro presso istituzioni finanziarie controllate dall'Unione e all'apertura di crediti senza autorizzazione del Congresso Nazionale, e deve per questo essere condannata alla perdita dell'incarico?".

Alla condanna definitiva dell'ex presidente Dilma Rousseff sarebbero bastati 54 voti a favore, ma con un Senato al completo dei suoi 81 membri, 61 senatori si sono pronunciati a favore e 20 contro. I senatori hanno invece bocciato l'ineleggibilità dell'ex presidente per qualsiasi incarico pubblico per i prossimi otto anni, per cui l'ex presidente Dilma Rousseff potrà ricandidarsi così come esercitare altre funzioni nella pubblica amministrazione.

Il presidente del Senato, Renan Calheiros (PMDB-AL) immediatamente dopo la votazione, ha annunciato la sessione solenne nel Plenario, con cui da subito il vicepresidente Michel Temer assumerà l'incarico di presidente della Repubblica del Brasile.


Fonte: http://www.controlacrisi.org

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Simbolismo e gesti “luciferiani”

Il saluto degli occultisti è rappresentato dal simbolo della mano che fa le corna: è importante notare come il pollice sia all'esterno della mano...

SARÀ DAVVERO IL PAPILLOMA? di Massimo Mazzucco

In questa intervista Silvia racconta come nell’ottobre del 2007 le abbiano diagnosticato una displasia di III grado al collo dell’utero, seguita da relativo intervento...

OBAMA: SEGUITE I SOLDI di Paolo Barnard

Una delle regole più note del giornalismo anglosassone è ‘follow the money’, cioè segui i soldi se vuoi capire come realmente funzionano le cose....

Il vampirismo alla luce delle teorie di Jacques Vallee

IL VAMPIRISMO ALLA LUCE DELLE TEORIE DI JACQUES VALLEE di Giovanni Pellegrino    In tale articolo cercheremo di dare una spiegazione ad un clamoroso ed inspiegabile caso...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube