venerdì - 2 Dicembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Esercitazioni nato in Ucraina e Moldavia, la rabbia di Mosca

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Il Grande Incendio di Londra – Cui prodest?

Sono passati ormai 353 anni dal Grande Incendio di Londra, un incendio che ha causato la distruzione di 436 acri di Londra, tra cui...

Sull’immigrazione

La guerra elettrica

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,850IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Gli eserciti di Kiev e di Washington hanno lanciato vaste esercitazioni militari nell’Ucraina occidentale alle quali partecipano forze di ben 16 paesi del Patto Atlantico. Le note dell'inno nazionale statunitense – con due soldati Usa a issare la loro bandiera nazionale – sono risuonate nel campo militare ucraino di Yavoriv, non lontano dal confine polacco. Alle manovre partecipano carri armati ed elicotteri da combattimento statunitensi.

Come se non bastasse ieri circa 800 soldati di Moldavia, Stati Uniti, Romania, Polonia e Georgia hanno cominciato a partecipare ad un’altra esercitazione congiunta nell’ex repubblica sovietica al confine con l’Ucraina, la Moldavia. La "Joint Effort 2015", questo il nome dell'esercitazione, continuerà fino al 25 luglio, nella seconda base militare più importante del Paese, a Balti, proprio nella zona del paese abitata da popolazioni di etnia e lingua russa.

Due soldati ucraini hanno poi issato una bandiera ucraina durante una cerimonia di lancio delle esercitazioni soprannominate Rapid Trident che dureranno fino al 31 luglio prossimo e sono destinate a rafforzare la tutela della Nato sul governo golpista ucraino. Il tutto sembra destinato a scatenare la rabbia della Russia, tanto più che le esercitazioni si svolgono proprio insieme alle truppe ucraine che continuano a tentare di soffocare nel sangue la ribellione antigolpista delle popolazioni del Donbass.
Ed infatti la reazione di Mosca è arrivata puntualmente. I paesi della NATO devono rendersi conto che le esercitazioni militari in corso in Ucraina potrebbero minare una soluzione pacifica del conflitto nel sud-est del paese, ha fatto sapere il ministero degli Esteri russo in un comunicato.

"Guidate dagli USA, le esercitazioni congiunte NATO-Ucraina, al via nella regione di Lvov, dimostrano chiaramente il corso provocatorio intrapreso dall'Alleanza sul sostegno incondizionato alle politiche del regime di Kiev, nel sud-est dell'Ucraina che porta a vittime civili ogni giorno"

ha detto il ministero di Mosca in un comunicato.

"L'Alleanza deve rendersi conto che le azioni politiche che incitano alla vendetta di Kiev con il "partito della guerra" potrebbero minacciare i progressi nella soluzione pacifica della crisi interna profonda in Ucraina",

sostiene la nota.

Fonte: contropiano.org

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Benvenuti (di nuovo)…

Non pensavo di dover tornare così presto a darvi ancora il benvenuto nel nuovo sito di Nexus Edizioni, ma come avrete compreso già alcuni...

UNA DENUNZIA NEL SILENZIO di Franco Cardini

Chi scrive non è l’ultimo arrivato. Egli si è rivolto a tutti i sette quotidiani sparsi per tutta Italia ai quali abitualmente collabora chiedendo...

Ex esponente di Greenpeace preoccupato per il raffreddamento globale imminente

Un ex membro di spicco di Greenpeace ha detto pubblicamente durante una conferenza tenuta a Las Vegas, in Nevada (USA), questa settimana che le...

Fukushima sta per deflagrare?

di Mike Whitney, 27-marzo-2011 La situazione negli impianti nucleari Daiichi di Fukushima sta deteriorandosi e rivela man mano uno scenario apocalittico. Domenica...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube