fbpx
giovedì - 22 Febbraio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Ex leader dei Verdi francesi accusato di pedofilia

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Le derive sanitarie di UE, WEF e OMS

A VISO SCOPERTO con Martina Pastorelli, Alberto Contri e Giovanni Frajese Conduce Matteo Demicheli Le derive sanitarie di UE, WEF (World Economic Forum) e OMS (Organizzazione...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,500IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Daniel Cohn-Bendit è stato accusato penalmente di pedofilia

L’euro-parlamentare dei Verdi scrisse nel suo libro : “è successo più volte che alcuni bambini aprivano la cerniera e iniziavano ad accarezzarmi”.

Non sarà facile per il franco-tedesco Daniel Cohn Bendit insabbiare tutto. Gli scheletri nell’armadio del leader dei Verdi al Parlamento europeo, sono tanti ma soprattutto stanno uscendo ora tanto da portarlo persino in tribunale. Tutta questa vicenda è iniziata poco tempo fa, quando il 20 aprile la fondazione di sinistra liberale Theodor-Heuss (dal nome di un ex Presidente della Germania) aveva deciso di assegnargli un premio per la carriera politica. Tuttavia il presidente della Corte Costituzionale tedesca Andreas Vosskuhle aveva rifiutato l’invito a recitare un discorso in onore dell’europarlamentare Daniel Cohn-Bendit per via dei suoi scritti sulla sessualità dei bambini.

Pochi giorni dopo, il 25 aprile, la storia si è ripetuta. Il leader dei Verdi era stato accolto a Berlino dall’organizzazione “Medici Senza Frontiere” per parlare del suo partito all’interno del contesto europeo e durante lo spazio dedicato alle domande del pubblico, uno spettatore si è alzato rivolgendosi al responsabile dell’incontro recitando queste parole: “come è possibile che Medici Senza Frontiere invita un uomo che si è definito un molestatore di bambini e come possiamo immaginare che Medici Senza Frontiere sostiene i bambini che hanno subito crimini umanitari?”. Ma le accuse non finisco qui. Il giorno successivo, il 26 aprile, Daniel Cohn Bendit era atterrato in Polonia per assistere ad una conferenza organizzata dall’Università di Wroclaw. Dati gli incontri precedenti negli altri Paesi, l’euro-parlamentare aveva ritirato la sua partecipazione con il pretesto di un presunto infortunio fisico, rimanendo tutto il giorno nel suo albergo. Ma nonostante tutto, il leader dei Verdi ha dovuto fare i conti con il regista polacco Grzegors Braun, celebre per aver girato un film sui rapporti tra Lech Walesa e la Stasi, il quale ha formalizzato una denuncia penale per pedofilia ai danni del franco-tedesco.

Daniel Cohn-Bendit, anti-gollista della prima ora, era stato nei primi anni Settanta persona non gradita in Francia ed era stato rimandato in Germania – a seguito del suo coinvolgimento in atti di teppismo e di disordine pubblico – dove lavorò come educatore in un centro per bambini istituito per sperimentare una formazione “anti-autoritaria”. A seguito della sua esperienza lavorativa l’euro-parlamentare scriveva nel suo libro: “è successo più volte che alcuni bambini aprivano la cerniera e iniziavano ad accarezzarmi. Secondo le circostanze del caso, ho reagito in modo diverso, ma i desideri dei bambini mi hanno posto problemi. Quando insistevano, allora anche io li accarezzavo. Sono stato accusato di essere un pervertito, e c’erano lettere al Consiglio comunale che mi chiedevano se fossi pagato con fondi pubblici. Fortunatamente, avevo concluso il mio contratto, altrimenti sarei stato licenziato”.

Articolo di Sebastiano Caputo

Fonte: lintellettualedissidente.it

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

GIORNALISTI SUGLI ATTENTI? NO, GRAZIE! di Paolo Cortesi

Purtroppo, questo non accade, o accade meno di quanto dovrebbe. ...

L’apartheid italiano

L'APARTHEID ITALIANO   di Paolo Cortesi     Per chi non lo sapesse, o non lo ricordasse, l'apartheid è stata la politica socio-economica che, dal 1948 al 1994, ha...

Putin sanziona pesantemente gli Usa: l’intera Russia esce dal circuito Visa – Mastercard

Seconda mossa da scacco matto di Putin: Visa e Mastercard espulse dalla Russia, nasce il circuito "PRO100" Altra straordinaria mossa da scacco matto di Putin,...

Rompere il grande silenzio dell’Australia

Nella foto: John Pilger Nel discorso di accettazione del premio australiano per i diritti umani, il Sydney Peace Prize, all’Opera House di Sydney, John Pilger...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube