venerdì - 9 Dicembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Fukushima: soluzione finale

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Nuove enormi crepe appaiono nell’edificio dell’Impero

Le fondamenta stesse dell'"Ordine Globale basato sulle Regole" sembrano crollareCome occidentali sappiamo che la nostra forza risiede nell’unità cementata dai nostri valori condivisi. Ma in...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,950IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

La situazione dell’impianto nucleare di Fukushima si aggrava sempre di più, mettendo a serio rischio le condizioni ambientali e di salute non solo del Giappone (in parte già gravemente compromesso), ma di una parte consistente del nostro pianeta.
 Dopo l’ammissione della TEPCO di aver volutamente manomesso i dati delle radiazioni nucleari, per nascondere all’opinione pubblica mondiale la gravità del problema, in questi giorni il Primo ministro giapponese, Shinzo Abe, ha chiesto ufficialmente aiuto al mondo intero. “Abbiamo bisogno della vostra conoscenza e della vostra esperienza“, ha affermato Abe il 9 ottobre scorso, durante un convegno su energia ed ambiente.
Infatti, come riportato anche dalla stampa:

Dopo che la scorsa settimana è stata rivelata una nuova perdita di acqua contaminata dalle cisterne di stoccaggio della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, il primo ministro giapponese ha dato la sua disponibilità ad aprire “alle più avanzate conoscenze” provenienti da fuori i confini nazionali per contenere il problema.

Soluzioni possibili, nel campo delle “più avanzate conoscenze”, sembrerebbero essercene eccome. È quanto emerso anche dalla puntata di Nuovo Mondo del 10 settembre scorso, condotta da Alessandro Sieni su Radio Gamma 5 (94 mhz), che ha avuto come ospiti Tom Bosco, direttore di Nexus New Times e PuntoZero, ed Andrea Rampado, ricercatore nel campo delle energie alternative. Una su tutte può essere il “raggio della morte” (o “raggio della Vita”?), un’invenzione la cui attribuzione è oggetto di indagini e ricerche non senza colpi di scena (vedi ad esempio questo articolo di Andrea Rampado), che sarebbe in grado di disintegrare la materia e trasformarla in energia “pulita”. Sembra fantascienza, ma spesso la fantasia più ardita è solo un’ombra della realtà.

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Garibaldi fu al complotto

 Un piccolo romanzo di un editore semisconosciuto. Eppure «Il Patto» di Paolo Cortesi si annuncia come una delle felici rivelazioni della stagione. Tra fantastoria...

Le riserve d’acqua della Libia

Il primo di settembre segnerà l'anniversario dell’inizio della fase principale della “Libia's Great Man-Made River Project”, ovvero il progetto libico per la costruzione del...

La trave nell’occhio dell’Aquila di Pablo Ayo

“A spingere così in alto le quotazioni (questi livelli non venivano toccati dal 1980, anno successivo alla rivoluzione iraniana), sono state le tensioni internazionali...

Hugo Chavez è vivo fino al giorno in cui ci saranno l’amore e la libertà

Scomparsa Chavez: messaggio di cordoglio di Ahmadinejad, ‘Hugo Chavez è vivo fino al giorno in cui ci saranno l’amore e la libertà’ (versione integrale).TEHERAN...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
A causa di motivi organizzativi ci vediamo costretti a posticipare la data del seminario con il dott. Tancredi Militano prevista per domenica 11/12/22. Le...

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube