fbpx
domenica - 25 Febbraio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Il vertice della NATO produce un piano per accelerare l’adesione dell’Ucraina all’alleanza militare, garantendo praticamente l’inizio della Terza guerra mondiale

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Le derive sanitarie di UE, WEF e OMS

A VISO SCOPERTO con Martina Pastorelli, Alberto Contri e Giovanni Frajese Conduce Matteo Demicheli Le derive sanitarie di UE, WEF (World Economic Forum) e OMS (Organizzazione...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,500IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Dovrebbe essere preoccupante per tutti coloro che vivono negli Stati Uniti, in Canada e in Europa che due giorni dopo che Joe Biden ha annunciato al mondo che gli Stati Uniti sono “a corto” di munizioni, lui e i suoi partner della NATO annunciano che stanno raddoppiando il loro sostegno all’Ucraina per la sua inclusione nell’alleanza militare della NATO, che è una chiara provocazione per la Russia dotata di armi nucleari.

La Svezia sarà ammessa immediatamente alla NATO e l’Ucraina sarà avviata verso un “percorso da seguire” verso la sua piena adesione all’Alleanza Atlantica, ha affermato il suo segretario generale Jens Stoltenberg martedì 11 luglio, al vertice della NATO a Vilnius, in Lituania.

“Ciò avvicinerà l’Ucraina alla NATO”, ha affermato, aggiungendo che il processo di adesione dell’Ucraina viene accelerato “da un processo in due fasi ad un processo in una fase”.

La Finlandia è entrata a far parte della NATO appena un paio di mesi fa. Ora la Svezia. Presto l’Ucraina.

La Russia sarà circondata da stati membri della NATO pesantemente armati.

L’Occidente ha ormai giocato pienamente la sua mano.

L’intero motivo della guerra tra Russia e Ucraina è perché la Russia non voleva che l’Ucraina entrasse a far parte dell’alleanza militare occidentale nota come NATO.

La NATO non è come l’UE, che è un’alleanza economica. La NATO è una grande e crescente alleanza militare di 31 paesi che ha più che raddoppiato le sue dimensioni dalla sua fondazione nel 1949 e negli ultimi anni ha aggiunto nazioni dell’ex blocco orientale al confine con la Russia, in diretta violazione delle assicurazioni verbali fatte alla Russia dall’allora Segretario di Stato James A. Baker III, alla disgregazione dell’impero sovietico nel 1990. Se un paese viene attaccato da un paese non NATO, tutta la NATO è impegnata a unirsi ai combattimenti in base a una clausola di difesa collettiva nota come “Articolo 5.”

Ma cosa succede se un membro della NATO provoca un’invasione dalla Russia o da qualche altro paese? In questo caso, tutti gli altri 30 membri della NATO sono impegnati a venire in aiuto di quella nazione che ha provocato la guerra.

Circondando una potenza mondiale dotata di armi nucleari come la Russia, la NATO sta agendo nel modo più sconsiderato e provocatorio possibile per un’alleanza militare progettata con una clausola di “difesa” collettiva.

Sotto, guardate il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, che parla ai media al vertice della NATO a Vilnius, martedì 11 luglio 2023.

Stoltenberg ha anche detto ai media riuniti che la NATO ha accettato di mettere 300.000 soldati in allerta “Stand-by”. “Ciò include mezzi aerei e navali”, ha aggiunto.

Affermando che l’Ucraina è su un “percorso pluriennale verso l’adesione alla NATO”, questo è l’equivalente di una dichiarazione di guerra contro la Russia. Non dà alla Russia alcun incentivo a porre fine alla guerra con l’Ucraina perché la Russia ora sa che finché esisterà un paese sovrano chiamato Ucraina, sarà sulla buona strada per entrare a far parte di un’alleanza militare dedicata alla distruzione della Russia, o per lo meno a indebolirla notevolmente. In effetti, a Washington c’è già un piano neoconservatore per sconfiggere militarmente la Russia e suddividerla in diversi paesi separati.

Alla conferenza stampa mostrata nel video sopra, Stoltenberg afferma che la NATO nel frattempo ha concesso “garanzie di sicurezza” all’Ucraina, “quindi la cosa più importante che possiamo fare è continuare a fornire armi, munizioni e supporto militare all’Ucraina perché, a meno che l’Ucraina non prevalga come nazione, come nazione democratica in Europa, non c’è assolutamente alcuna questione da discutere sulle garanzie di sicurezza o sull’adesione alla NATO. Sulla questione della NATO invieremo un messaggio positivo… più tardi oggi, quando tutti gli alleati saranno d’accordo sul testo, ma mi aspetto che gli alleati concorderanno su un messaggio che sia chiaro sulla necessità di avvicinare l’Ucraina alla NATO… si tratta solo di spostare l’Ucraina più vicino all’adesione alla NATO, che sarà estremamente importante per l’Ucraina e dimostrerà anche l’unità e la forza del messaggio inviato all’Ucraina”.

Tutte le domande dei media in questa conferenza stampa suonavano come domande pre-approvate, poste da organi di stampa che non sono indipendenti ma piuttosto posseduti e gestiti dalle stesse forze che possiedono la NATO.

Allo stesso tempo, questo gruppo di militanti della NATO affamati di guerra annuncia i propri piani per militarizzare l’Ucraina e farne una pedina della propria agenda, “condannando” la Russia per aver fatto lo stesso in Bielorussia.

Gli Stati Uniti e la NATO possono aggiungere Finlandia, Svezia e Ucraina alla loro alleanza militare, ma la Russia non riesce a includere nemmeno un paese, la Bielorussia, nella sua alleanza militare. Questo suona come un accordo fatto all’inferno, deciso a scatenare una conflagrazione globale come nessuno ha mai visto in termini di potenziale di devastazione delle nazioni, distruzione di vite umane e capovolgimento dell’ordine globale.

La NATO agisce come se non sapesse che la Russia è militarmente alleata con la Cina. Forse sanno qualcosa sulla Cina che noi non sappiamo. Forse quando il capo di stato cinese ha stretto la mano e si è salutato calorosamente con il leader russo poche settimane fa dopo il loro vertice è stata tutta una recita. Forse la Cina è davvero dalla nostra parte. Non lo so. Ma mi sembra che ora abbiamo tutte le caratteristiche di una vera e propria guerra mondiale. Tutti gli ingredienti necessari sono sul tavolo, aspettando solo che si uniscano. Abbiamo Russia, Cina, Iran, Corea del Nord, Arabia Saudita da una parte e Stati Uniti, Europa occidentale, Australia, Corea del Sud e Giappone dall’altra. Nessuna delle due parti sembra voler lasciare la porta aperta, o anche solo leggermente socchiusa, alla possibilità della pace.

Sì, la Russia ha invaso l’Ucraina con l’obiettivo di reclamare le parti di lingua russa di quel paese, sostenendo che quei russi erano stati oggetto di molestie e persino attacchi militari da parte del governo ucraino a Kiev da quando nel 2014 ha avuto luogo un colpo di stato sponsorizzato dagli Stati Uniti, rimuovendo un leader pro-russo.

Riassumiamo quello che è successo negli ultimi due mesi in termini di risposta dell’Occidente a quell’invasione. Le potenze occidentali della NATO guidate dagli Stati Uniti hanno:

  • Inviato F-16 in Ucraina e ora stanno addestrando i piloti ucraini su come farli funzionare.
  • La Francia annuncia che invierà missili da crociera in Ucraina unendosi a Stati Uniti e Regno Unito come principali fornitori di missili a lungo raggio in Ucraina.
  • Prima il Regno Unito e poi gli Stati Uniti annunciano che invieranno all’Ucraina proiettili di uranio impoverito radiologici perforanti, che se usati probabilmente avveleneranno i ricchi terreni agricoli di quel paese per decenni a venire.
  • Gli Stati Uniti annunciano che invieranno bombe a grappolo in Ucraina, talmente pericolose per le popolazioni civili da essere state bandite da 120 nazioni.
  • Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin ha affermato che lo scopo del coinvolgimento della NATO in Ucraina è quello di “indebolire la Russia”, e altri funzionari governativi di alto livello hanno fatto commenti simili, chiarendo che questa spesa di denaro, armi e, infine, vite americane, non ha niente a che fare con la liberazione di qualcuno in Ucraina da qualsiasi tipo di tirannia nel nome della “protezione della democrazia”.
  • I leader della NATO si incontrano a un vertice a Vilnius, in Lituania, per dichiarare il loro desiderio di fomentare una guerra perpetua nell’Europa orientale, garantendo al tempo stesso che la guerra si estenderà all’Europa occidentale e potenzialmente agli Stati Uniti, perché la Russia ora sa che l’unica cosa che temeva di più, l’adesione alla NATO dell’Ucraina, è stata promessa come realtà.

Le notizie di oggi da Vilnius sono state orribili per l’Ucraina. Agli occhi di Putin e di qualsiasi valoroso patriota russo, l’esistenza stessa della Russia ora dipende dalla sconfitta totale dell’Ucraina. Aspettiamoci che Putin aumenti esponenzialmente la sua macchina bellica, perché ora non ha alcun incentivo a porre fine pacificamente a questa guerra. Annienterà l’Ucraina e probabilmente dovrà occuparla per sempre. Qualunque cosa di meno invita l’Occidente e le sue armi a sedersi sul suo confine, fornendo un percorso chiaro fino a Mosca. Per evitare questo tragico risultato, tutto ciò che l’Occidente doveva fare era assicurare a Putin che l’Ucraina sarebbe rimasta un paese neutrale. Hanno rifiutato.

Dal punto di vista di un civile e di un cristiano che vive in Occidente, questi sviluppi sono molto preoccupanti. Viviamo in un’epoca di sconvolgimenti globali storici. Preparatevi agli impatti catastrofici in tempo di guerra. Non doveva essere così. I leader ucraini e russi volevano sedersi e risolvere pacificamente le loro divergenze nell’aprile 2022. Ma i governi degli Stati Uniti e del Regno Unito avevano già qualcos’altro in programma, che non implicava in alcun modo la pace.

Fonte

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Gli eurodeputati smarriti: Soros, quali sono gli ordini?

Avrete ascoltato come il Parlamento Europeo ha accolto il beffardo discorso di Nigel Farage – un membro del medesimo parlamento – all’indomani del Brexit:...

Napolitano: prepariamoci a nuove crisi

Le celebrazioni del 4 novembreNapolitano: «Prepariamoci a nuove crisi»Fonte: http://www.corriere.it/cronache/07_novembre_04/Napolitano_4_novembre.shtml Una corona d'alloro al milite ignoto. Poi il monito: «Serve nuovo sforzo di coesione...

Ombre rosse

aveva numerosi amici ed estimatori, tra i quali il sottoscritto) che da anni...

La numerologia come scienza del vivere

LA NUMEROLOGIA COME SCIENZA DEL VIVERE "Tutto è Numero", disse Pitagora, ma anche Einstein. La Numerologia è una scienza così antica che non ne conosciamo...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube