venerdì - 9 Dicembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

IN SIBERIA UN CASO DA MANUALE PER GLI X-FILES di Francesco Ognibene

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Nuove enormi crepe appaiono nell’edificio dell’Impero

Le fondamenta stesse dell'"Ordine Globale basato sulle Regole" sembrano crollareCome occidentali sappiamo che la nostra forza risiede nell’unità cementata dai nostri valori condivisi. Ma in...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,940IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Per ora bighellona tra le galassie, e pare
indifferente a quel microscopico pianeta sul quale due astronomi
californiani hanno cominciato a calcolarne le complicate movenze. Ma –
assicurano i due – tra otto secoli punterà su qualche oceano di quaggiù
causando ondate mostruose, sufficienti a spazzar via quel che
incontreranno oltre la spiaggia (qualsiasi cosa ci sarà allora). Accadrà
davvero? I calcoli parlano dello 0,3% di possibilità, ma guai a
scherzare con gli asteroidi. Quello che è quasi certamente caduto il 3
ottobre 2002 sulla regione di Bodaibo, Siberia remota, ha fatto capire
di non aver gradito l’indifferenza globale con cui è stato accolto il
suo considerevole tonfo. Spiaccicandosi nella taiga, infatti, il macigno
galattico ha causato un’onda sismica simile a un discreto terremoto,
oltre ad aver terrorizzato gli abitanti (radi, peraltro) della zona. Ma
al di fuori degli ambienti accademici nessuno ha considerato l’evento.
Strano? L’asteroide deve solo prendersela con se stesso: dovendo
scegliere un posto dove atterrare, proprio la Siberia? C’è voluta la
cocciutaggine di una spedizione russa: trovati i soldi, s’è incamminata
giorni fa verso l’area dell’impatto, distante chilometri da un qualsiasi
centro abitato. E qui inizia un giallo planetario degno di X-Files.

Sarà
che a inviare gli esploratori è stata la «Cosmopoik», organizzazione
specializzata in «fenomeni anomali»; sarà che la zona è davvero
sterminata: sta di fatto che i tre scienziati sono spariti nel nulla.
Non chiamano, non rispondono, non si trovano. Svaniti. Caduti nel
cratere? Ingoiati in un buco nero aperto dal sasso extraterrestre?
Catturati da quella che – scambiata per asteroide – era un’astronave
marziana? Su Internet circolano varie ipotesi. Tranne una, la più
verosimile: qualche vodka di troppo in una isba.

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

La chiave armonica dell’universo

Spazio Interiore e In&Out PresentanoLA CHIAVE ARMONICA DELL’UNIVERSO Nuovi paradigmi scientifici e antiche pratiche spiritualiConvegno con Corrado Malanga, Rupert Sheldrake  e Stefano BollaniSabato 30 novembre  Cine Teatro Odeon  Piazza...

LA LIBERA STAMPA IN EUROPA. SUONA LO STESSO SPARTITO.

Sì, si dovrebbe parlare di cose più gravi e urgenti, come le 140 tonnellate di oro di Gheddafi che la Clinton ha fatto sparire...

Vaccinazioni: perché sono un pericolo – di dr. Mercola

Perché le vaccinazioni sono un pericolo per il corpo? Si presume che una vaccinazione ci aiuti a costruire immunità nel nostro sistema...

Dominion. Le origini aliene del potere

Con molto piacere siamo lieti di segnalarvi l'evento organizzato dalla Associazione SalusBellatrix che vedrà protagonista Piero Ragone (autore del recente libro Dominion. Le origini...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
A causa di motivi organizzativi ci vediamo costretti a posticipare la data del seminario con il dott. Tancredi Militano prevista per domenica 11/12/22. Le...

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube