fbpx
domenica - 14 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

IN SIBERIA UN CASO DA MANUALE PER GLI X-FILES di Francesco Ognibene

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Per ora bighellona tra le galassie, e pare
indifferente a quel microscopico pianeta sul quale due astronomi
californiani hanno cominciato a calcolarne le complicate movenze. Ma –
assicurano i due – tra otto secoli punterà su qualche oceano di quaggiù
causando ondate mostruose, sufficienti a spazzar via quel che
incontreranno oltre la spiaggia (qualsiasi cosa ci sarà allora). Accadrà
davvero? I calcoli parlano dello 0,3% di possibilità, ma guai a
scherzare con gli asteroidi. Quello che è quasi certamente caduto il 3
ottobre 2002 sulla regione di Bodaibo, Siberia remota, ha fatto capire
di non aver gradito l’indifferenza globale con cui è stato accolto il
suo considerevole tonfo. Spiaccicandosi nella taiga, infatti, il macigno
galattico ha causato un’onda sismica simile a un discreto terremoto,
oltre ad aver terrorizzato gli abitanti (radi, peraltro) della zona. Ma
al di fuori degli ambienti accademici nessuno ha considerato l’evento.
Strano? L’asteroide deve solo prendersela con se stesso: dovendo
scegliere un posto dove atterrare, proprio la Siberia? C’è voluta la
cocciutaggine di una spedizione russa: trovati i soldi, s’è incamminata
giorni fa verso l’area dell’impatto, distante chilometri da un qualsiasi
centro abitato. E qui inizia un giallo planetario degno di X-Files.

Sarà
che a inviare gli esploratori è stata la «Cosmopoik», organizzazione
specializzata in «fenomeni anomali»; sarà che la zona è davvero
sterminata: sta di fatto che i tre scienziati sono spariti nel nulla.
Non chiamano, non rispondono, non si trovano. Svaniti. Caduti nel
cratere? Ingoiati in un buco nero aperto dal sasso extraterrestre?
Catturati da quella che – scambiata per asteroide – era un’astronave
marziana? Su Internet circolano varie ipotesi. Tranne una, la più
verosimile: qualche vodka di troppo in una isba.

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

La stella dei Magi: la scoperta di Teodoro Brescia a TG3 Leonardo

TG3 Leonardo nella sua puntata del 4 Marzo 2015 parla della scoperta dello studioso Teodoro Brescia, antropologo filosofico che ha indagato a fondo sul...

Captagon: la pillola dell’orrore (creata dalla Nato, usata dall’Isis)

Sopra: il principe saudita Abdul Mohsen Bin Walid bin Abdulaziz, arrestato a Beirut con un carico di cocaina e Captagon destinato all'ISIS È recente la notizia diffusa...

Le misteriose illuminazioni del 18°-19° secolo

In questo articolo esamineremo da vicino le Illuminazioni degli eventi pubblici di intrattenimento, svolti in passato durante varie celebrazioni. Tali illuminazioni sono in circolazione...

I tre effetti della legge Urbani

1 - una criminalizzazione di massa degli utenti che condividono contenuti, film e musica, che rischieranno sanzioni fino a 4 anni di reclusione e...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube