martedì - 29 Novembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

La guerra dei 40 minuti e il 9/11

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Kirk Douglas, Trumbo e JFK: Quando i patrioti di Hollywood resistettero al Deep State

Negli ultimi decenni, salvo poche eccezioni, Hollywood (proprio come gran parte dei media mainstream) è diventata una branca della CIA e del più ampio...

Sull’immigrazione

La guerra elettrica

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,830IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:


La
guerra dei quaranta minuti
autori Janet e Chris Morris
Titolo originale del romanzo: The Forty-Minute War (I edizione USA 1984)
I edizione italiana: Urania 1033 del 12/10/1986


LA TRAMA

E’ una limpida
mattina 12 ottobre 1986 a Washington,
quando un Jumbo di linea dirottato da terroristi della Jihad islamica
viene
fatto esplodere con un ordigno nucleare proprio sopra la Casa Bianca.
Il
Presidente si salva, ma solo per scatenare una erronea e fatale
rappresaglia
che dà il via a una guerra atomica breve ma micidiale.

I terroristi sono
tutti provetti piloti in grado di
dirigere il jumbo al suo appuntamento con la storia; ognuno è
stato addestrato
a innescare e far esplodere l’ordigno nucleare che hanno a bordo, e
chiunque di
loro è in grado di farlo arrivare sull’obbiettivo a occhi
chiusi, o persino in
punto di morte.
I terroristi si erano impadroniti del jet senza che nessuno dei 257
passeggeri
si accorgesse di nulla. Ogni loro mossa era stata programmata con largo
anticipo da menti superiori.

Il jet non aveva
subìto modificazioni particolari,
non era munito di lanciarazzi sotto le ali, non aveva bisogno di
complicate
apparecchiature elettroniche di puntamento o di visori particolari.
Il commando era stato esclusivamente addestrato per deviare il volo del
jumbo
dalla rotta di atterraggio e farlo precipitare proprio sopra la tana
del
Malvagio più potente di tutti; sulla Casa Bianca, residenza del
presidente
degli Stati Uniti.

"Allah Akbar"
sussurrò la donna, Dio è
grande, un attimo prima di innescare la bomba nella valigia che avevano
portato
nella cabina del jet…

CHI SONO JANET
E CHRIS MORRIS

Janet Morris
è il presidente della M2 Technologies, azienda specializzata in
armi non
letali, applicazioni di nuove tecnologie e tattiche militari. I
concetti
sviluppati da Janet Morris sono stati applicati dal Laboratorio di
Guerra del
Corpo dei Marines, dal Dipartimento di Sviluppo delle Forze Armate USA,
dall’ufficio di Scienza Politica e Tecnologia della Casa Bianca.

Chris Morris
è il vicepresidente della M2 Technologies ed è
specializzato in pianificazione
strategica, supporto tattico e sfruttamento delle tecnologie. Il lavoro
di Chris
Morris sulle armi non letali e sulla politica mondiale sugli armamenti
è stato
amipamente utilizzato dall’ Esercito degli Stati Uniti, dal Corpo dei
Marines e
dall’Ufficio Munizioni per lo sviluppo di munizioni inabilitanti.


ALCUNE NOTE
(TRA LE TANTE) SULLA ATTIVITA’ DI
INTELLIGENCE DEI CONIUGI MORRIS

Janet Morris
è un membro della Accademia delle Scienze di New York e dal 1980
è un membro
della Associazione per la Difesa Elettronica ed è anche il
direttore delle
ricerche del Consiglio per la Strategia Globale Americano (USGSC).
Chris Morris, suo marito, è un ex magistrato ed
è un membro chiave del
Consiglio di Sicurezza Americano.

* Nel numero del 12/15/1992 di Defense News Janet Morris
dichiara che
lei e la Richmond (una società della Virginia che si occupa di
biomedicali)
"hanno discusso assieme a membri anziani dell’intelligence USA e
delle Forze Armate circa la capiacità dei russi di possedere un
congegno
portatile, per il controllo del personale militare e della folla
"
* Nel numero di aprile di Scientific American del 1994
(edizione USA) è
riportato che i coniugi Morris "sono stati coinvolti nella
promozione di tecnologie di "psico-correzione" sviluppate da uno
scienziato russo, tecnologie intese a influenzare le menti tramite
messaggi
subliminali nascosti in suoni od immagini
".
*
Sucessivamente alla caduta dell’Unione Sovietica i Morris hanno
"importato" gli scienziati russi che lavoravano alla
"psico-correzione" negli stati Uniti, impiegandoli nella intelligence
USA.
* Janet Morris e Chris Morris hanno scritto assieme un trattato dal
titolo:
Non-lethality: A Global Strategy (West Hyannisport, MA,
Morris &
Morris, 1994)


LINK PER
SAPERNE DI PIU’
SUI CONIUGI MORRIS E SULLE LORO ATTIVITA’ DI RICERCA

M2 Technologies
http://www.m2technologiesinc.com/whoweare.html
http://www.m2tech.us/

The
mind machine
(mind reading) and subliminal message techniques
http://members.aol.com/alanyu5/part1a1.htm

U.S. Explores Russian
Mind-Control Technology
http://home.att.net/~mcra/usexplor.htm

The
Mind Has No
Firewall
http://www.thememoryhole.org/mil/mind-firewall.htm


CHIAVI DI
RICERCA UTILI SU GOOGLE

(troverete
centinaia di pagine correlate)

"Chris Morris"
"Janet Morris"
russian psychotronic mind
electromagnetic wtc M2 Technologies psycho-correction



Il commento di
INNOVARI


Se la vicenda
dell’avvocato Stanley Hilton, seppure ben esposta, appare
fantasiosa, le vicende descritte ne "La guerra dei quaranta minuti" e
la professione (ben documentata) dei suoi autori mi fanno accaponare la
pelle.


La cosa che in qualche modo mi spaventa di più è che io
personalmente, assieme
ad un altro paio di persone, abbiamo correlato (inizialmente per caso
poi con
delle ricerche) queste informazioni che ora rendo pubbliche, e che non
sono
attualmente a conoscienza di altre persone che abbiano fatto la stessa
cosa.
Questa volta mi pare proprio non si tratti della solita "teoria del
complotto"… lascio a voi il giudizio.


Un particolare forse insignificante ma inquietante: nel libro la data
dell’attentato è il 12 Ottobre, nella realtà l’attentato
avviene l’11
Settembre… esattamente un mese e un giorno prima…


Io ho una mia ipotesi sul perchè questo libro esiste, ma qui le
ipotesi possono
essere migliaia… una cosa sicura è che il 9/11 le cose non
sono andate
come supponiamo di sapere…


Voi che ne pensate? quali sono le vostre ipotesi?

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

911 polacco

Articolo aggiornato in fondo al 25/04/10 ANSA del 10/04/2010 "Il presidente della Polonia Lech Kaczynski è morto ...

L’Eni sotto attacco in Libia?

Un'autobomba esplode nelle vicinanze del quartier generale di una joint venture tra l'ENI e la National Oil Corporation libica. A poche ore dall'annuncio del...

DAVIDE CONTRO IL GOLIA MONSANTO di Percy Schmeiser

Faccio l'agricoltore dal 1947 quando ho ereditato l'azienda da mio padre. Mia moglie e io siamo famosi nelle prairies (ovvero le immense distese coltivate...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube

Articolo precedente
Articolo successivo