fbpx
domenica - 21 Luglio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

LA MIA RISPOSTA A PAOLO BARNARD di Mauro Carfì

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Nexus New Times # 165

NEXUS New Times Nr.165, atteso come sempre, è ora disponibile! Non possiamo, in questo preciso momento storico, ignorare l’incalzare della tematica bellica. E non ci riferiamo...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,700IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Gentile sig. Barnard,
io non la conosco, ma ho appena letto la sua lettera contro il V-DAY.
Volevo solo dirLe quanto mi dispiace che Lei non capisca il significato di un movimento del genere.
E' evidente che lei non legge quotidianamente il blog di Grillo, o le lettere di Travaglio o di Benetazzo, Mazzucco, Bertani ecc. ecc.
Se Lei leggesse quello che costoro scrivono e denunciano tutti i giorni, capirebbe (forse… io penso… non voglio neanche credere il contrario…) che questo paese come il resto del mondo sta andando in malora perché la gente è assopita, "morfinizzata" da televisione giornali e politici, dalle innumerevoli balle che essi ci raccontano, condite con grandi dosi di reality (che di reality non hanno proprio niente) e valanghe di tasse inutili il cui solo scopo è quello di distrarci dai problemi reali della nazione costringendoci al di sotto della normale soglia di sopravvivenza.

Quello che Grillo e Travaglio in particolare stanno facendo non può essere più lontano da quel riappropriarsi del palcoscenico rubatogli dai vari ProdiBerlusconiMastellaCasiniFassinoFiniBossi (mi scusi il grillismo) di cui li accusa Lei. Non sembra proprio, neanche lontanamente, che essi intendano creare una nuova Casta da sostituire a quella attuale, cosa che, dato lo stato attuale, sarebbe comunque molto più che accettabile…
Se Lei si fosse informato accuratamente prima di scrivere questa Sua sciagurata lettera, probabilmente capirebbe quanto questi personaggi stiano facendo per risvegliare le coscienze assopite delle persone; quanto le stiano spingendo ad aprire gli occhi su temi come energia pulita, salute, ambiente, telecomunicazioni, malafinanza, malapolitica e malainformazione; e anche quanto possano fare se si ricordassero che solo unendosi tutti insieme, anziché isolandosi, si può cambiare le cose, rovesciare pacificamente quell'oligarchia in cui è ormai evidente che viviamo, e ripristinare una società civile nella quale valga la pena vivere.

Mi spiace veramente per Lei che non abbia capito la vera essenza del V-DAY. Qui non esistono GURU o VIP o STAR come dice Lei. Passi per Grillo, ma non mi venga a dire che Travaglio si atteggia a divo o che Mazzucco o Bertani siano degli animali da palco scenico!
Qui esistono solo dei portavoce di un movimento che evidentemente è di gran lunga più ampio ed esteso di quanto Lei sospetti.

Ora, prima che Lei cominci ad insultarmi o denigrarmi come fanno tutti quelli che sparano contro il V-DAY (cosa che magari con Lei non accadeva neanche, ma a scanso di equivoci…), sappia che non sono uno stupido, io. Lo vedo anch'io che c'è gente che cerca solo di "salire sul carro", senza comprendere il vero messaggio che il V-DAY ha lanciato alla Casta. Qualcuno che magari cerca solo di farsi una posizione in attesa dei tempi che verranno.
E lo capisco anch'io che il "vaffa" non è un modo salutare di cambiare le cose. E sono anche conscio del fatto che può esserci qualcuno che voglia dare una svolta estremista e violenta a questo movimento, e so anche che questo sarebbe il modo migliore per screditarlo, deviarlo e fargli infine perdere presa sulla gente.
Però quello che sta accadendo doveva succedere, doveva succedere in fretta e succederà in fretta, perché se stiamo ad ascoltare chi, come Lei, cerca di frenare il treno in corsa solo per paura, faremmo proprio quello che è già accaduto in passato, cioè il gioco di coloro di cui ci dobbiamo sbarazzare: rallentare, rimandare, discutere… per poi non approdare mai a niente.
NO! Mi dispiace ma questa volta non ci caschiamo più! Il mondo deve cambiare e la paura è solo per chi non vuole questo cambiamento! Noi che siamo ancora moralmente integri non tolleriamo più di discutere con chi invece scende tutti i giorni a compromessi con la propria coscienza, per genuflettersi al dio denaro.

Lei cita Brecht (“Il nemico talvolta marcia alla vostra testa”), ma ne usa il significato proprio contro chi sta cercando di comunicare questo concetto agli italiani. Grillo&co. infatti stanno dicendo proprio questo: e cioè che il nostro nemico è alla nostra testa, cioè al governo. Mostrandoci ogni giorno le malefatte e le truffe che questi ci propinano e che poi cercano di coprire con montagne di bugie, i "grilli" non fanno altro che mostrarci quanto male si sia infiltrato nel nostro governo, il quale esiste solo a causa di 60 anni di governo sciagurato, ed è lì perché in nostri nonni e i nostri genitori lo hanno voluto/permesso.
Questo è un governo di vecchi che rappresenta persone vecchie con interessi vecchi; è lì perché è quello che si sono meritati e voluti loro. Non rappresenta noi, e non rappresenta affatto il mondo nuovo verso cui l'umanità nel suo insieme si sta incamminando a larghe falcate.

Ma quello che più mi ha sconcertato leggendo la Sua lettera è stata la chiosa finale. Non capisco.
Lei parla di un movimento che deve essere orizzontale, in cui tutti devono cominciare ad essere responsabili di e per sé stessi. E allora perché Lei denigra proprio quelli che cercano di portarci verso quel modello?!
I giovani di tutto il mondo, oggi, provano un naturale impulso che li spinge a voler cambiare il mondo, cambiarne la filosofia di base. Facendo tesoro degli errori del passato e del presente vogliono contrapporre al mondo governato dal dio denaro un mondo governato da uguaglianza, fratellanza e di conseguenza da naturale e spontanea collaborazione.

Grillo è un portavoce, un messaggero, un ambasciatore di questo nuovo mondo. Non un leader.
Un messaggero che per di più porta esattamente quel messaggio che proprio Lei enuncia nelle righe finali della Sua lettera. Se è vero come è vero che si dice che "ambasciatore non porta pena", allora Lei sta sparando sul messaggero! Anzi sul portatore del Suo stesso messaggio!
In poche parole Lei spara sui suoi alleati.

Mi dispiace che Lei abbia tante difficoltà a capire e ad accettare quanto di buono sta accadendo in Italia e nel mondo e spero sinceramente di esserLe stato utile a fare luce sulla evidente contraddizione presente nella Sua lettera.

Cordialmente
Mauro Carfì

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

SARÀ DAVVERO IL PAPILLOMA? di Massimo Mazzucco

In questa intervista Silvia racconta come nell’ottobre del 2007 le abbiano diagnosticato una displasia di III grado al collo dell’utero, seguita da relativo intervento...

L’esperienza dell’io sono e la musica dell’essere

RINGRAZIAMENTI Un meraviglioso grazie a Martina Crepaldi e a Giordano Sandalo per la professionalità e competenza dimostrata nella conduzione de L’esperienza dell’IO Sono e la...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube