fbpx
domenica - 14 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

La sostituzione dei bianchi continua con il remake di Peter Pan

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

“ROMANCE” (1986)

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

E i Lost Boys ora includono anche le ragazze.

https://americanliberty.news/media/disney-hired-cultural-consultants-to-diversify-beloved-childrens-book/phouck/2023/03/?utm_campaign=rr 

La stessa scomparsa dei bianchi sta avvenendo in altri film e remake cinematografici, nelle pubblicità aziendali, nell’accantonamento o nell’incendio di opere letterarie classiche. Ho letto dei piani per trasformare James Bond in una donna di colore.  

I bianchi stanno perdendo la loro cultura. Ho segnalato la reinterpretazione delle realizzazioni artistiche di artisti bianchi da parte dei musei come opere razziste. La storia della civiltà occidentale è stata riscritta nei modi più palesemente falsi, come il Progetto 1619 del New York Times. Le università negli Stati Uniti e nel Regno Unito sono diventate ministeri della propaganda anti-bianca. Statue e memoriali vengono rimossi e le rimozioni cancellano la storia. Uno dei college dell’Università di Cambridge ha rimosso un memoriale al fondatore della statistica e uno dei suoi stessi leader perché era interessato alle differenze razziali nell’intelligenza, uno studio legittimo all’epoca ma ora soppresso come razzista. Alcune università americane stanno rimuovendo i nomi dei donatori dagli edifici con l’accusa che il donatore fosse un razzista. Poiché tutti i bianchi sono per definizione razzisti, questa politica dovrebbe scoraggiare future donazioni. Vediamo come i manifestanti neri che hanno saccheggiato e bruciato i distretti degli affari non sono stati incriminati e tuttavia hanno ricevuto pagamenti in denaro per essere stati fronteggiati dalla polizia, mentre i sostenitori bianchi di Trump sono incarcerati con false accuse di insurrezione. E sentiamo continuamente parlare di “privilegio bianco” mentre i bianchi sono costretti dai datori di lavoro a seguire una “formazione sulla sensibilità” e ad accettare che i neri e i pervertiti sessuali abbiano un trattamento preferenziale nell’ammissione all’università, nell’occupazione e nella promozione. Chiunque protesti contro l’esclusione dei bianchi dal 14° emendamento e la parità di diritti ai sensi della legge viene etichettato come suprematista bianco nonché una minaccia per la democrazia.  

Ovunque i bianchi vengono sradicati e la perversità normalizzata. I bianchi sono sopraffatti dal senso di colpa. La loro fiducia è distrutta. Ai bambini bianchi viene insegnato nelle scuole pubbliche che sono razzisti, e i pochi genitori disposti a fare qualcosa al riguardo trovano difficoltà. I governi occidentali mancano della fiducia e della volontà di difendere i propri confini dagli invasori immigrati e sono diventati Torri di Babele invece di nazioni di etnie bianche. Ci sono rapporti secondo cui in alcuni paesi europei gli uomini bianchi non hanno la fiducia necessaria per proteggere le donne bianche da stupri e abusi sessuali da parte di immigrati invasori. I politici e gli ideologi sfruttano la diversità e dividono e governano con la politica dell’identità. Le previsioni demografiche mostrano che ogni paese bianco è sulla via della scomparsa. E la scomparsa sta avvenendo in nome della diversità.   C’è molto spazio nel mondo per la diversità, ma non all’interno di un paese. 

È un paradosso che mentre la cultura etnica europea viene soppiantata in ogni paese occidentale, l’Occidente si prepara alla guerra contro Russia, Cina e Iran. Poiché poche persone in Occidente sono disposte a combattere queste guerre, saranno combattute con missili e ciò significherà Armageddon nucleare. Non è strano che gli Stati Uniti e l’Europa siano così preoccupati per i confini dell’Ucraina, ma non per i propri? Non è strano che l’intero mondo occidentale abbia identificato la democrazia con i neonazisti ucraini, ma che i manifestanti contro le elezioni rubate e i mandati di vaccinazione e i lockdown siano etichettati come terroristi interni? Non è strano che con una tale enfasi sulla diversità la cultura bianca venga cancellata? Non è strano che la politica estera degli Stati Uniti sia basata sull’ideologia neoconservatrice secondo cui l’America è il paese eccezionale e indispensabile con diritto all’egemonia mondiale, mentre allo stesso tempo la maggioranza della popolazione bianca viene derisa come razzista che deve essere eliminata? Ciò implica che i bianchi non fanno parte dell’America eccezionale.

La maggior parte degli americani è troppo noncurante per sapere cosa sta succedendo.   Quando saranno direttamente colpiti e si renderanno conto della loro situazione, sarà troppo tardi.

Un paese è un’entità geografica. Una nazione è un’etnia: tedeschi, francesi, italiani, britannici, olandesi, polacchi. Gli Stati Uniti sono costituiti da tutti questi ed erano multietnici in una fase iniziale, ma le diverse etnie si sono fuse in un popolo comune poiché facevano tutte parte della civiltà occidentale. Immigrati-invasori al di fuori della tradizione occidentale hanno sostituito l’unità con la diversità e hanno fratturato la coesione delle nazioni, trasformandole in luoghi geografici. Negli Stati Uniti e nel Regno Unito, università e scuole insegnano l’odio razziale verso la maggioranza bianca e l’odio di genere per gli uomini. Film e libri stanno rendendo questi odi parte della cultura popolare. Insegnare ai neri a odiare i bianchi e alle donne a odiare gli uomini viene istituzionalizzato in tutta la società. Il risultato è che le società occidentali si mettono contro sé stesse, distruggendo l’unità necessaria per controllare i governi. Così, vediamo tutti i governi occidentali diventare più autoritari.

Il fallimento dei popoli occidentali nel proteggere le proprie etnie è un pericolo autoinflitto più minaccioso dei nemici esterni dichiarati di Russia, Cina e Iran. Questa consapevolezza è negata ai popoli occidentali. Quindi, sono condannati.

L’autore:

Paul Craig Roberts ha avuto carriere in borse di studio e università, giornalismo, servizio pubblico e affari. È presidente dell’Istituto di economia politica.

Fonte originale: https://thealtworld.com/paul_craig_roberts/the-replacement-of-white-people-continues-with-remake-of-peter-pan?utm_source=substack&utm_medium=email

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

CHI CREDE A CHI? di Paolo Cortesi

In questi modi di dire è contenuto un processo sociale e culturale di enorme rilevanza: la parola scritta fu, per secoli, la fonte dell’autorevolezza...

Homovox: i gay contrari al matrimonio omosessuale

Sono francesi, sono omosessuali – “la maggioranza degli omosessuali” – e non vogliono il matrimonio né l’adozione per le coppie gay. Soprattutto non vogliono...

La penetrazione della filosofia a Roma

In questo articolo ci occuperemo della penetrazione della filosofia a Roma, mettendo in evidenza che penetrando nel mondo romano la filosofia, più che dar...

L’Inghilterra, i mille e la Russia

La storia dietro le quinte di uno sbarco trasversale Centocinquant'anni fa lo sbarco dei mille in Sicilia che determinerà le sorti dell'Italia. Cosa c'entra la...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube