fbpx
lunedì - 22 Luglio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

L’alimentazione della centrale nucleare di Zaporozyhe è stata di nuovo interrotta; rimangono 10 giorni di gasolio per i generatori prima della fusione

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Nexus New Times # 165

NEXUS New Times Nr.165, atteso come sempre, è ora disponibile! Non possiamo, in questo preciso momento storico, ignorare l’incalzare della tematica bellica. E non ci riferiamo...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Dopo intensi combattimenti tra Ucraina e Russia, la centrale nucleare di Zaporizhzhia (NPP) viene tagliata fuori dall’energia elettrica esterna per la settima volta dall’inizio delle ostilità. Il suo operatore mette in guardia sulle “conseguenze delle radiazioni per il mondo intero” qualora non venisse ripristinata.

L’operatore ha detto su Telegram che “la linea elettrica di Dniprovska è stata disconnessa, lasciando la centrale affidata ai generatori diesel” e ravvivando i timori di una catastrofe nucleare.

Energoatom, l’operatore dell’impianto, ha affermato che i generatori hanno riserve di carburante sufficienti per dieci giorni. È necessaria una fornitura di riserva affidabile per alimentare i generatori diesel, in modo da far funzionare le pompe dell’acqua che raffreddano i sei reattori nucleari e le loro vasche di combustibile esaurito, impedendo la fusione nucleare.

Tuttavia, ha sottolineato che “è impossibile ripristinare l’alimentazione esterna durante questi dieci giorni di funzionamento dei generatori. Se il gasolio si esaurisse, potrebbe verificarsi un incidente con conseguenze radioattive per il mondo intero.” 

La più grande centrale elettrica dell’Ucraina è stata coinvolta in intensi scontri sin dalla sua occupazione all’inizio della guerra, provocando timori di un disastro simile a Chernobyl.

Rafael Grossi, direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), ha dichiarato ad aprile che la situazione intorno alla centrale sta “diventando sempre più imprevedibile e potenzialmente pericolosa”, avvertendo della possibilità di un “grave incidente nucleare”.

Quasi dall’inizio delle ostilità tra Ucraina e Russia, la NATO ha affermato che se le radiazioni nucleari di qualsiasi incidente in Ucraina si spostassero nei paesi della NATO, allora la NATO entrerebbe in guerra dalla parte dell’Ucraina e contro la Russia.

Fonte: https://halturnerradioshow.com/index.php/en/news-page/world/zaporozyhe-nuclear-power-plant-cut-off-from-power-again-10-days-diesel-generator-fuel-until-meltdown

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Quattro topi ciechi – come lo sport professionistico nasconde la propria corruzione ai fans

La Federazione FIPT del CONI ha scelto di premiare Nexus per questo nostro articolo d'inchiesta sulla corruzione nello sport, pubblicato su Nexus New Times...

Le catene della paura

Chi non ammetterebbe di essere spaventato dal luogo oscuro dove i cosiddetti leaders, auto dichiaratisi "uomini di pace", stanno conducendo l'intera specie umana? Chi non...

Risonanza morfica e biologia quantistica

Gli organismi viventi sono sistemi biologici quantistici che si interfacciano con il tessuto basilare della realtà. Il loro DNA agisce come un’antenna frattale che...

Sta per iniziare la corsa all’oro?

Nell’apprendere che l’oro della Francia era custodito dalla Federal Reserve americana, il presidente francese Charles De Gaulle pare che abbia detto “non riuscivo a...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube