fbpx
venerdì - 19 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

L’ERMELLINO DOUBLE-FACE di Massimo Mazzucco

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

La grande Tartaria

“ROMANCE” (1986)

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:


Forse non tutti ricordano che Carla del Ponte è stata il perno dell'accusa – fallimentare, si può dire a questo punto – del processo all'altro "Satana" di fine millennio, il dittatore serbo Milosevic, morto in prigione all'Aja in attesa di giudizio. Se c'è stato un processo "politico" nella recente storia internazionale è sicuramente quello, e anche il modo in cui è stato trattato Milosevic aveva "ben poco a che vedere con la giustizia": fisicamente rapito da una nazione sovrana, la sua, dopo che la medesima era stata aggredita in violazione delle più elementari leggi internazionali, Milosevic è stato tenuto fino alla fine dei suoi giorni in un isolamento crudele e ininterrotto, e quando ha chiesto, ormai malato, di essere curato da dottori di sua fiducia, il permesso gli è stato negato, finendo per morire in circostanze tutt'altro che chiare.

Sempre dall'agenzia svizzera leggiamo: " 'Una parte delle vittime (del regime di Saddam Hussein) ha ottenuto riparazione. Ma migliaia di vittime non hanno avuto giustizia', ha detto [la Del Ponte] ricordando che un processo era ancora in corso al momento dell'esecuzione dell'ex dittatore, avvenuta il 30 dicembre".

Esattamente come la procura di Baghdad, anche la Del Ponte aveva scelto per Milosevic il vile escamotage uno-per-tutti: cercare di far condannare l'imputato per un singolo reato, relativamente insignificante, nell'intento di "fargli pagare" i presunti "crimini contro l'umanità" (se sono così mostruosi, questi crimini, perchè mai non si dovrebbe poterli dimostrare alla luce del sole?) La differenza è che la Del Ponte con Milosevic non era nemmeno riuscita a dimostrare quello, pur avendo avuto a disposizione lunghissimi mesi per l'istruttoria, e gli ingenti mezzi messi a sua disposizione da un tribunale sostenuto praticamente da tutte le maggiori nazioni della NATO. Tutte le vittime di Milosevic quindi – presunte o reali che siano – sono ancora in attesa di riparazione.

Conclude swissinfo: "La procuratrice ticinese si è inoltre detta dispiaciuta per il fatto che l'ex dittatore non sia stato giudicato davanti a un tribunale internazionale. Davanti al tribunale penale iracheno non vi erano tutti gli elementi per un processo equo, ha puntualizzato la procuratrice il cui mandato a capo del TPI termina in settembre".

Dov'era la Del Ponte quando il processo di Saddam è iniziato? Perchè non si è fatta sentire quando tutti abbiamo saputo che Saddam non avrebbe avuto nemmeno la possibilità di parlare, prima di essere condannato? Perchè la Del Ponte non si è rivolta – lei stessa – ad un tribunale internazionale, per denunciare questi fatti?

Forse perchè lei stessa non ci crede? Forse perchè sa benissimo che quei tribunali sono solo una buffonata mediatica come tutti gli altri?

O perchè conviene a tutti che Saddam taccia per sempre, esattamente come è convenuto a tutti che lo facesse Milosevic?

(Tratto da www.luogocomune.net)

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

L’anello al naso

colui che viene pervicacemente indicato dall’amministrazione Bush come il mandante e l’organizzatore delle stragi dell’11 settembre, il Ricercato Numero Uno in tutto il mondo,...

Il potere delle coincidenze

RINGRAZIAMENTI
 Un ringraziamento ai relatori per gli straordinari interventi e al pubblico per la calorosa partecipazione.
     Si possono contattare i relatori ai seguenti indirizzi: GIORDANO...

Tra Hillary e Trump vincerà… Mike Pence

I media occidentali sono talmente ingolfati nel seguire l'altalenante vicenda di Donald Trump, che si sono dimenticati di dare un'occhiata da vicino al suo...

L’ex soldato: “Con tastiera e joystick ho massacrato donne e bambini”

BERLINO – Chiuso in un container senza finestre nel New Mexico, aria condizionata, davanti a un computer, per anni ha pilotato e manovrato con...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube