sabato - 4 Febbraio, 2023

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

L’ultima rivelazione di Edward Snowden

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Questa volta è diverso

Fino a quando non ha deciso di affrontare Mosca con una minaccia militare esistenziale in Ucraina, Washington ha limitato l'uso della potenza militare americana...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
9,240IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Valentin Vasilescu Réseau International 1 luglio 2013

A 40 km a sud di Salt Lake City c’è Camp Williams, presidio e poligono della Guardia Nazionale dello Stato dello Utah. L’ex campo d’aviazione della guarnigione e il terreno circostante (600 kmq) sono stati presi dalla NSA (National Security Agency), che ha iniziato la costruzione del primo centro di trattamento dei dati del programma CCNCI (Community Comprehensive National Cybersecurity Iniziative), sulla base del decreto segreto NSPD-54/HSPD-23 firmato nel gennaio 2008 dal presidente degli Stati Uniti George W. Bush (Homeland Security Presidential Directive 23). In base a questo decreto, gli obiettivi della CCNCI sono: lo sviluppo di una strategia volta a scoraggiare cyber-interferenze e cyber-attacchi contro gli Stati Uniti, il rafforzamento della prima linea di difesa contro la penetrazione delle reti governative degli Stati Uniti ‘attraverso un meccanismo di prevenzione’, la difesa degli Stati Uniti nei confronti delle minacce poste dallo spionaggio estero e, infine, costruzione del futuro contesto della sicurezza informatica attraverso la formazione, il coordinamento e la ricerca. Il centro elaborazione dati dello Utah sarà pronto nell’ottobre 2013.

La costruzione di questi edifici costerà 1,5 miliardi di dollari, a cui aggiungere 2 miliardi di dollari per i sistemi informatici e il software per lo stoccaggio delle informazioni e la manutenzione. Il consumo energetico del centro sarà enorme (65 megawatt), l’equivalente dell’elettricità fornita a una città di 65.000 edifici. Per raffreddare gli enormi computer saranno utilizzati quotidianamente 6 milioni di litri d’acqua. Il data center sarà in grado di elaborare e memorizzare ogni tipo di comunicazione raccolto via satellite dalle reti radiotelevisive e dai cavi in fibra ottica sotterranei e sottomarini delle reti nazionali e internazionali, in tutto il mondo.

Il centro dispone di una capacità di memoria misurata in zettabyte che può memorizzare l’intero contenuto di 300 miliardi di iPhone, tutti i dati delle e-mail personali, dei telefoni cellulari, SMS, ricerche su Internet, messaggi cestinati, tutti i dati di tipo personale, nonché registrazioni video delle telecamere che controllano il traffico, i biglietti dei parcheggi, i viaggi, gli acquisti di libri nelle biblioteche digitali, ecc.

 

Valentin Vasilescu, pilota ed ex vice-comandante delle forze militari a Otopeni, laureato in Scienza Militare presso l’Accademia di Studi Militari a Bucarest, nel 1992.

Articolo di Valentin Vasilescu

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora – Fonte: sitoaurora.wordpress.com

Ndr – La notizia che avete appena letto rende l’idea di quanto vasto e capillare si appresti a diventare il controllo sociale attraverso i mezzi tecnologici, ben oltre la semplice raccolta di dati e di intercettazioni (peraltro già nota da anni). Del super computer quantistico Vesuvius, in dotazione allo Utah Data Center dell’NSA, abbiamo parlato sul nr. 3 della nostra rivista PuntoZero, più di un anno fa. Come sempre, siamo in anticipo sui tempi ;-) Un buon motivo per non perdersi i prossimi numeri di Nexus e PuntoZero!

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

L’FBI ha adottato misure proattive per censurare i cittadini americani che si estendono oltre Twitter

Gli ultimi file di Twitter fanno luce sui passi proattivi dell'FBI per censurare i cittadini americani, ma non dimentichiamo che ciò che vediamo è...

PRIMO PRELIEVO IN QUOTA IN ITALIA

PRELIEVO IN QUOTA (Volo Ryanair Pisa-Creta - Agosto 2012)Un nostro valente e determinato collaboratore, che qui ringraziamo e con il quale ci congratuliamo per...

La bufala dei 37 corsi della Gelmini finalmente svelata di Mauro Quagliati

Sull’uscita della gelmini, che ha denunciato l’esistenza in italia di 37 corsi di laurea con un solo studente, scrivevo ieri che forse una ministra...

Ecco come ci disprezza l’Impero

Bastano undici minuti e mezzo per capire cos'è in questo momento l'imperialismo nordamericano. Non dico altro: spendete questa piccola porzione della vostra esistenza, guardate...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube