martedì - 29 Novembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Microchip sottocutanei permanenti di Ivan Ingrilli

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Kirk Douglas, Trumbo e JFK: Quando i patrioti di Hollywood resistettero al Deep State

Negli ultimi decenni, salvo poche eccezioni, Hollywood (proprio come gran parte dei media mainstream) è diventata una branca della CIA e del più ampio...

Sull’immigrazione

La guerra elettrica

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,830IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:








Se nei giorni scorsi aveva alzato una certa attenzione la decisione
delle autorità giapponesi di Osaka di agganciare un chip a
radiofrequenza sugli abiti degli alunni delle scuole locali, ora dal
Messico arriva una notizia che porta la questione della localizzazione
via chip ad un
nuovo livello.

Stando a quanto riportato da LA
Times
, il governo messicano ha deciso di richiedere che venga
impiantato un chip sottopelle a tutti coloro che intendono accedere al
Centro Nazionale dell’Informazione diretto dal procuratore generale del
Messico. Si tratta di un nuovo database nazionale di interesse primario
per le autorità di pubblica sicurezza.

A dare il "buon esempio"
è
stato proprio il procuratore Rafael Macedo de la Concha che ha
dichiarato di avere già un chip installato
sottopelle
. Secondo de la
Concha si tratta di una misura fondamentale per garantire sicurezza al
proprio ufficio e a se stesso: il chip è infatti
in
grado di
individuare la posizione della persona sul territorio. Una misura
ritenuta necessaria per evitare sequestri.

Lo stesso impianto, reso
necessario per poter accedere ai locali del Centro informatico, lo
hanno subito i membri dello staff del procuratore. "Si tratta – ha
spiegato Macedo – di un’area ad alta sicurezza ed è necessario
che si
acceda attraverso un chip
che non possa essere rimosso". Macedo si
riferisce evidentemente al fatto che, se rimosso, il chip non può
più
essere utilizzato come sistema di identificazione.

Al momento, forse a causa della
riservatezza della notizia, non si hanno dettagli su quale sia la
tecnologia utilizzata, al di là dell’impiego di un localizzatore
satellitare. È possibile che si tratti di quella sviluppata da Applied
Digital Solutions
, società pioniera del settore e già
autrice di
una
serie di progetti, come il Veripay, chip sottopelle da
usare come
"bancomat" per i pagamenti. Sono di Applied
Digitale
, peraltro, i chippetti
sottopelle
utilizzati in un locale notturno spagnolo che ha
lanciato il "Giorno dell’Impianto".


http://punto-informatico.it/p.asp?i=48985
Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Vaccini: sviluppata una nuova linea di cellule derivate da feti abortiti

Pubblichiamo di seguito questa notizia tratta dal sito Autismo e Vaccini (che ringraziamo). Sincronicamente, proprio in questi giorni si discute della possibile messa al...

Prove scientifiche sull’ascensione

Questa faccenda dell’Ascensione è reale o è solo la fantasia imbecille di gente profondamente sconnessa dalla realtà? Qui c’è quello che i media non...

Luca chiesi: la struttura nascosta del mondo

Una interessante conferenza di Luca Chiesi, organizzata da Francesca Salvador (Salusbellatrix) a Vittorio Veneto lo scorso novembre.  Argomenti trattati: le reazioni nucleari ad energia debole...

ALBINO LUCIANI, IL PAPA SCOMODO

Dopo anni ancora non si sa con certezza se Papa Luciani sia morto naturalmente o per mano assassina, anche perché per legge non si...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube