fbpx
lunedì - 15 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Microchip sottocutanei permanenti di Ivan Ingrilli

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sai (Stratospheric aerosol Injection) for Climate Engineering: un’alternativa alle scie chimiche?

Vere scie di condensazione  di uno stormo di B-17F – le "Fortezze volanti" dell'USAF – sui cieli d'Europa durante la Seconda Guerra Mondiale (USAF photo, riportata...

Sull’immigrazione

“ROMANCE” (1986)

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:








Se nei giorni scorsi aveva alzato una certa attenzione la decisione
delle autorità giapponesi di Osaka di agganciare un chip a
radiofrequenza sugli abiti degli alunni delle scuole locali, ora dal
Messico arriva una notizia che porta la questione della localizzazione
via chip ad un
nuovo livello.

Stando a quanto riportato da LA
Times
, il governo messicano ha deciso di richiedere che venga
impiantato un chip sottopelle a tutti coloro che intendono accedere al
Centro Nazionale dell’Informazione diretto dal procuratore generale del
Messico. Si tratta di un nuovo database nazionale di interesse primario
per le autorità di pubblica sicurezza.

A dare il "buon esempio"
è
stato proprio il procuratore Rafael Macedo de la Concha che ha
dichiarato di avere già un chip installato
sottopelle
. Secondo de la
Concha si tratta di una misura fondamentale per garantire sicurezza al
proprio ufficio e a se stesso: il chip è infatti
in
grado di
individuare la posizione della persona sul territorio. Una misura
ritenuta necessaria per evitare sequestri.

Lo stesso impianto, reso
necessario per poter accedere ai locali del Centro informatico, lo
hanno subito i membri dello staff del procuratore. "Si tratta – ha
spiegato Macedo – di un’area ad alta sicurezza ed è necessario
che si
acceda attraverso un chip
che non possa essere rimosso". Macedo si
riferisce evidentemente al fatto che, se rimosso, il chip non può
più
essere utilizzato come sistema di identificazione.

Al momento, forse a causa della
riservatezza della notizia, non si hanno dettagli su quale sia la
tecnologia utilizzata, al di là dell’impiego di un localizzatore
satellitare. È possibile che si tratti di quella sviluppata da Applied
Digital Solutions
, società pioniera del settore e già
autrice di
una
serie di progetti, come il Veripay, chip sottopelle da
usare come
"bancomat" per i pagamenti. Sono di Applied
Digitale
, peraltro, i chippetti
sottopelle
utilizzati in un locale notturno spagnolo che ha
lanciato il "Giorno dell’Impianto".


http://punto-informatico.it/p.asp?i=48985

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Revisionismo in Iran, in Francia e nel mondo

Dr Jawad Sharbaf, direttore generale dell’Istituto di scienze politiche Neda (Teheran) al professor Robert Faurisson, 19 dicembre 2005 Signor Professore, Colgo questa occasione per esprimere, a Lei ed a...

Intervista a Fabio Mini

Enzo Pennetta di Critica Scietifica intervista Fabio Mini, Generale di Corpo d’Armata, capo di Stato Maggiore della NATO, capo del Comando Interforze delle Operazioni...

Americani talebani

Consigliamo vivamente di guardare questo documentario fino in fondo. La parola magica è JSOC. (Ricordarsi di attivare i sottotitoli ITA- grazie a El Flaco/SRT...

La carta igienica come strumento di pressione politica

Manuale del perfetto colpo di stato: far mancare la carta igienica al popolo! Dal Cile di Allende al Venezuela di oggi la carta igienica...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube