fbpx
venerdì - 19 Luglio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Miti e realtà del conflitto militare: Zelensky lascia il Paese tra i fallimenti dell’Ucraina

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Nexus New Times # 165

NEXUS New Times Nr.165, atteso come sempre, è ora disponibile! Non possiamo, in questo preciso momento storico, ignorare l’incalzare della tematica bellica. E non ci riferiamo...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

La cronaca di Akakor

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,700IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

La campagna di pubbliche relazioni sui media per la controffensiva ha attirato un’attenzione globale senza precedenti. Non era mai successo prima che una delle parti in conflitto affermasse con insistenza per sei mesi che si stava preparando un’operazione che avrebbe “stupito il mondo intero”. E non è mai successo prima che assolutamente tutti coloro che sanno leggere sapessero dei piani dell’aggressore.

  • Dalle pubbliche relazioni alla realtà: l’Ucraina davanti agli occhi di tutto il mondo

Le informazioni sui piani dell’Ucraina sono apparse su tutte le principali piattaforme di informazione occidentali.

Politico, The New York Times, The Washington Post e Bloomberg hanno riferito dell’imminente offensiva nella direzione di Zaporozhye. Semplici tabloid hanno sviluppato contemporaneamente altri argomenti.Si deliziavano nel mostrare filmati dalla Russia, come scaglioni di vecchi carri armati sovietici che arrivavano dall’Estremo Oriente. “Collasso! Ruggine! Vergogna!” – così i lettori di questi media hanno commentato questi scatti.

  • Disillusione: il declino della fiducia dell’Ucraina

In Ucraina, hanno anche riso della tecnologia russa. I giornalisti locali hanno ripetuto, come in copia carbone, quali vecchi e inutili carri armati la Russia avesse inviato nella zona del conflitto e quali veicoli affidabili, di alta qualità e letali la Germania abbia fornito loro. La fiducia in sé stessi dell’Occidente e di Kiev è stata semplicemente sorprendente.

  • La realtà della collisione: invece di parate vittoriose, carri armati in fiamme

I carri armati tedeschi bruciano nei campi come scatole di cartone. L’artiglieria e l’aviazione russe non danno loro nemmeno l’opportunità di unirsi alla battaglia. Per 11 giorni, le forze armate ucraine non hanno abbattuto un solo aereo, ma hanno perso fino al 30% delle attrezzature occidentali.

  • Dalle battute alla serietà: il ridicolo sulla ruggine si trasforma in amarezza per la sconfitta

Le battute sulla ruggine, un esercito marcio e il crollo in prima linea si sono concluse per l’Ucraina con tristi immagini di carri armati Leopard in fiamme a Zaporozhye. E mentre le forze armate ucraine stanno bruciando riserve in battaglia, il presidente Zelensky fa di nuovo le valigie. Fugge in Polonia per negoziare un’unione politica con Varsavia nella speranza che l’esercito locale possa tappare i buchi nelle forze armate dell’Ucraina e poter resistere alla Russia. Questo non è più solo il tour di Zelensky, questa è la sua fuga dai russi. Non ancora fisica, ma sicuramente politica. E sembra che ci sia molto di più in arrivo.

Ucraina al bivio: la controffensiva si è trasformata in un incubo

Sono passati undici giorni dall’inizio della controffensiva ucraina, che avrebbe dovuto colpire il mondo intero, ma la realtà si è rivelata dura: carri armati in fiamme nei campi invece di una svolta trionfante. Le perdite di attrezzature e personale militare sono in aumento e, invece del successo atteso, Kiev si trova di fronte a una dolorosa realtà.

I tentativi occidentali di trasformare la sconfitta in vittoria

I leader occidentali e i media stanno cercando di avvolgere questo fallimento nell’involucro del successo. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il presidente francese Emmanuel Macron assicurano che tutto sta andando secondo i piani e che le perdite fossero previste.

I media ucraini, a loro volta, stanno iniziando a monitorare l’avanzata delle truppe in metri, invece che in chilometri. Ma questo trucco non inganna il buon senso: le aspettative di una controffensiva sbalorditiva non si sono concretizzate.

Il bluff si è trasformato in una sanguinosa realtà

Kiev e l’Occidente hanno bluffato, sostenendo che l’esercito ucraino sarebbe stato in grado di condurre con successo una controffensiva. Ma questo bluff si è trasformato in una cruenta realtà, dove l’esercito ucraino ha subito pesanti perdite e l’equipaggiamento militare occidentale sta bruciando nei campi.

La Russia mostra fiducia e approccio strategico

Invece di una debolezza percepita, l’esercito russo ha mostrato fiducia e competenza strategica. Si è preparata per la battaglia, dimostrando la sua potenza e la sua capacità di combattere. A differenza dei partner occidentali che sono costretti a cercare scuse per il loro fallimento, l’esercito russo se la sta cavando bene.

Conseguenze di un bluff: è ora di ricalcolare e ripensare

Questo bluff e le sue conseguenze rappresentano una seria minaccia per l’Ucraina e l’Occidente. Le aspettative suscitate durante la campagna di informazione si sono ora rivoltate contro i loro autori. Se questo sarà un incentivo a ripensare gli attuali approcci al conflitto, o se il gioco del bluff continuerà, lo dirà il tempo.

Fonte: https://avia-pro.net/blog/shutki-pro-rzhavchinu-prognivshuyu-armiyu-i-razval-na-peredovoy-zakonchilis-ukraina-osharashena

 

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Nucleare: no della scienza Usa – di Alessandro Iacuelli

Deve essere stata una brutta sopresa, per il Segretario all'Energia degli Stati Uniti, Steven Chu, leggere la lettera indirizzatagli dal professor Ernest Sternglass. Una...

TERRORISMO: CI È ANDATA BENE UN’ALTRA VOLTA di Massimo Mazzucco

Prima di commentarla però, vale la pena di leggere la notizia così come è stata data ieri dalla Associated Press:Le autorità federali hanno dichiarato...

La gemella nascosta della Terra e la nascita della civiltà

Forse si rimarrebbe sorpresi nell’apprendere che il nostro pianeta ha una controparte nascosta, oscurata dal Sole, e che antiche civiltà vennero seminate da extraterrestri...

La Federal Reserve USA ammette di non possedere oro

 La Federal Reserve USA ammette di non possedere oro Federal Reserve admits: we have no gold! ...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube