fbpx
martedì - 5 Marzo, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Norma antiblogger nel ddl sicurezza

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Le derive sanitarie di UE, WEF e OMS

A VISO SCOPERTO con Martina Pastorelli, Alberto Contri e Giovanni Frajese Conduce Matteo Demicheli Le derive sanitarie di UE, WEF (World Economic Forum) e OMS (Organizzazione...

Articoli più letti

Quanto è riproducile oggi la Scienza?

  La riproducibilità è un parametro fondamentale nella scienza. Se un risultato non può essere replicato, non può considerarsi scientifico. Eppure negli ultimi anni, si...

Sull’immigrazione

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,500IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

computer.jpg

Blogger e internauti sono avvertiti. Se il cosiddetto pacchetto sicurezza, appena approvato in Senato, diventerà legge dovranno fare molta attenzione a ciò che scriveranno sulle loro pagine web. Nel ddl 733 è contenuto, infatti, un emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC) identificato dall'articolo 50-bis, che riguarda la “repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”. In base a questo emendamento, se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog o un sito internet a disobbedire o criticare una legge che ritiene ingiusta, i providers, ovvero i fornitori degli spazi sulla rete, dovranno bloccare le pagine incriminate. L'azione del provvedimento non sarà limitata dai confini nazionali: l'autorità potrà far oscurare un sito ovunque si trovi, anche all'estero. Sarà il ministro dell'Interno, in seguito a comunicazione dell'autorità giudiziaria, a poter disporre con un decreto, l'interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L'attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La norma prevede sanzioni pesanti sia per i provider che non oscureranno i siti incriminati, sia per i blogger e gli internauti colpevoli del nuovo reato. Per i primi la violazione dell'obbligo di filtraggio comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da 50.000 a 250.000 euro. Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni per l'istigazione a delinquere e per l'apologia di reato oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni per l'istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all'odio fra le classi sociali. Ora il testo, con l'emendamento su internet, passerà alla Camera per l'approvazione definitiva.
 

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Inventare la geografia per screditare la Russia

Ammettiamo che qui in redazione la Geografia ci piace, anche se in molti la considerano desueta e qualcuno anche in Italia propose addirittura di...

Camerun: WWF complice degli abusi perpetrati contro i popoli tribali

Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, denuncia gravi abusi nei confronti dei “Pigmei” Baka nel Camerun sudorientale per mano...

La guerra del Crocefisso: un nervo scoperto

A questi due articoli relativi alla questione vicentina potrebbe perfettamente essere affiancato un terzo articolo, questo scritto nel novembre del 2003. Sono passati cinque...

Il progetto Maha

Da centinaia se non da migliaia d’anni esistono in tutto il mondo gruppi - preghiera il cui scopo è quello di mandare “energia positiva”...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube