sabato - 28 Gennaio, 2023

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

POPULISMO O LEGITTIMA DIFESA? di Paolo Cortesi

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
9,190IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Non avevo mai visto la gente fare la coda per firmare una proposta di legge.

Ho visto, molte volte, sparuti gruppetti di militanti fermare i passanti, porgendo volantini e balbettando qualcosa, ho visto le persone gettare appena uno sguardo a manifesti e striscioni e allungare il passo, con un “no grazie” rapido e tirare dritto.

Oggi ho visto decine di persone, di varia età, mettersi in coda ed aspettare con pazienza, anzi quasi con entusiasmo, di poter firmare una proposta di legge.

Oggi è il V-Day, il Vaffanculo day, iniziativa che è partita da Beppe Grillo.

 

Direi piuttosto che il comico (ma è definibile ormai solo così?) non ha fatto che da innesco per far saltare una carica esplosiva immagazzinata da tempo.

Con il V-Day si chiede di far diventare legge tre iniziative: fuori dal parlamento deputati e senatori condannati in via definitiva o in attesa di giudizio finale; basta con i parlamentari eterni ma fissare a due il limite massimo di legislature cui si può essere eletto; restituire ai cittadini la scelta dei candidati, che è stata usurpata dai partiti.

La gente firma in massa, nonostante l’accuratissima campagna del silenzio “ufficiale” che tenta di sabotare l’iniziativa. (E che in qualche modo la affosserà).

I politici ignorano l’evento e già questa, se mai ce ne fosse bisogno, è l’ennesima prova di quanto siano indifferenti e lontani dalla gente che pretendono di rappresentare.

Se costretti, essi commenteranno il V-Day come una sceneggiata demagogica, robaccia populista, qualunquismo.

E questa grottesca presa di posizione è paragonabile al bandito che, colto in casa, sgrida il derubato perché questi ha urlato male “al ladro!”, magari facendo una stecca, o con uno stile che il delinquente non apprezza.

Se i nostri parlamentari non fossero una casta che sta spolpando il paese (culturalmente e moralmente forse prima ancora che materialmente) dovrebbero riconoscere che il V-Day non è più demagogico di quanto lo fossero i “cahiers de doleance” che furono prodotti dal Terzo Stato in occasione degli Stati Generali di Francia nel 1789.

Oggi, come duecento anni fa, la gente è esasperata, e i bizantinismi ridicoli dei politici non possono certo convincere persone che faticano ad arrivare a fine mese, che si piegano sotto un caro vita unico in Europa, che barcollano fra mutui e debiti, che sono condannati al precariato.

Se il V-Day è populismo, come possiamo chiamare ciò che fanno i politici di professione? Assolutismo? Feudalesimo? Impunità a vita? Potere ereditario inviolabile?

Credo che nessuno oggi, neppure il più ingenuo tesserato o il più sordido complice, possa onestamente dichiarare che vi sia un legame reale, effettivo, vissuto, sentito tra casta parlamentare e popolo. Non mi sembra di esagerare se dico che i parlamentari rappresentano solo se stessi e i loro interessi. Il referendum popolare che aboliva il finanziamento pubblico dei partiti dimostra terribilmente che la casta ignora la volontà espressa dalla maggioranza della società.

Allora, se iniziative come il V-Day sono populismo e demagogia, cosa fanno i nostri sedicenti rappresentanti? Cosa fanno? Cosa fanno? Cosa fanno?………..

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

COVID-19, Chi ne beneficia?

Diego Antolini parla della qualità dell'informazione italiana e internazionale sul coronavirus, di come questa sia orientata a generare panico e insicurezza, ma anche sulla...

Referendum in Colombia: la maggioranza respinge gli accordi di pace e da domani ricomincia la guerra civile

La maggioranza dei colombiani nell'odierno referendum si è espressa contro gli accordi di pace sottoscritti fra il Governo e la FARC; gli accordi mettevano...

ANCORA ANOMALIE??? di Paolo Navone

Lungi dal voler per forza vedere quello che non c’e’, almeno in un paio di foto un grosso punto interrogative e’ d’obbligo: ...

Sta nascendo un nuovo “gold standard”

Già tempo fa avevamo segnalato la richiesta da parte della Corte Costituzionale di Berlino di controllare le riserve auree tedesche custodite dalla Federal Reserve,...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube