martedì - 29 Novembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Psichiatria e responsabilità

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Kirk Douglas, Trumbo e JFK: Quando i patrioti di Hollywood resistettero al Deep State

Negli ultimi decenni, salvo poche eccezioni, Hollywood (proprio come gran parte dei media mainstream) è diventata una branca della CIA e del più ampio...

Sull’immigrazione

La guerra elettrica

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,830IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

"Vostro figlio ha bisogno di medicine per controllare i suoi impulsi e comportarsi bene in classe"

Queste parole, o una qualche variante, danno inizio a un percorso distruttivo e pieno di conseguenze negative. Uno di questi effetti viene spesso trascurato: il grave danno recato da questa diagnosi al senso di responsabilità di vostro figlio. Gli adulti più influenti – genitori e insegnanti – hanno appena concordato che il bambino non è in grado di controllare il suo comportamento e dunque, a maggior ragione, non ne è responsabile. La diagnosi fornisce anche un piacevole senso di sollievo per genitori e insegnanti, stabilendo che se il bambino si comporta in quel modo, non è colpa loro – un tacito accordo in base al quale tutti sono assolti. Dopotutto siamo in presenza di uno squilibrio chimico nel suo cervello – è colpa della malattia.

Secondo il Dr. Peter Breggin – psichiatra e instancabile alfiere della riforma della salute mentale:

"Quando si dice che un bambino ha ADHD e necessita psicofarmaci, lo si convince di non essere in grado di controllare il proprio comportamento. La diagnosi di ADHD disincentiva la responsabilità personale e questo, quasi inevitabilmente, interrompe lo sviluppo emotivo, rendendo il bambino meno capace di diventare un adulto maturo."

Cosa succede a questi bambini indottrinati all'idea che il loro scarso autocontrollo non dipende da loro ma da un nebuloso "squilibrio chimico" nel loro cervello? Avranno lo stesso problema da adulti:

"Non riesco a concentrarmi a causa dell'ADHD adulta"

"I farmaci ansiolitici mi aiutano a superare lo stress da lavoro"

"Tengo la mia scrivania molto in ordine – devo soffrire di DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo)"

Le case farmaceutiche investono miliardi per reclutare VIP – come l'icona pop Adam Levine dei Maroon 5 che, in un'intervista rilasciata nel 2014, incolpava la malattia per la sua incapacità di concentrazione:

"Quando non riesco a dare attenzione a qualcosa, proprio non ci riesco".

Oltre all'effetto deresponsabilizzante delle false diagnosi, l'effetto "non è colpa tua" è aumentato dagli stessi medicinali, peggiorando il problema. Gli psicofarmaci, infatti, hanno effetti collaterali debilitanti, e riducono ulteriormente il senso di responsabilità e la capacità di autocontrollo: aggressività, ansia, comportamento anomalo, fatica e depressione – solo alcuni degli effetti collaterali più comunemente riportati per questo tipo di farmaci – contribuiscono ad abbassare il senso di responsabilità per le proprie azioni ancor più di quanto non faccia la sola diagnosi.

Nelle mani della psichiatria, il bambino morale, l'adulto morale, e la società morale, nella migliore delle ipotesi diventano amorali, e nella peggiore, immorali.


Colin Taufer, educatore di professione, scrittore e paladino a tempo pieno per i diritti umani.


Fonte in lingua originale: psychsearch.net
Fonte della traduzione italiana: ccdu.org


[Per maggiori informazioni sugli effetti collaterali dei più diffusi psicofarmaci, vedere www.ccdu.org/psicofarmaci; ulteriori spunti sul legame tra diagnosi psichiatriche e calo di responsabilità su: www.ccdu.org/comunicati/psichiatria-pseudoscienza]


 

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

La soluzione alla crisi è l’evoluzione umana

Parliamoci chiaramente: il modello capitalistico globale, fatto di denaro che nasce come debito e che produce sempre più tasse che servono solo a ripagarlo...

LETTERA APERTA AI MIEI FIGLI di Paolo Cortesi

Immagino che non sia sempre gradevole che vostro padre non solo non vi nasconda, ma anzi vi additi la violenza degli uomini sugli uomini...

“Il decennio del rifiuto”: L’antieuropeismo del PCI negli anni cinquanta

Una lettura utile, questo articolo a firma del politogo Carlo Giuseppe Cirulli, che meriterebbe un po' di attenzione soprattutto da chi si chiede dove...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube