fbpx
domenica - 21 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Regione Abruzzo propone referendum contro le trivelle

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

“ROMANCE” (1986)

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Laddove numerose proposte di legge hanno fallito riuscirà il voto dei cittadini.
Ecco perché la Regione Abruzzo, accetta la proposta delle associazioni a Associazione A Sud e Coordinamento Nazionale No Triv e lancia la proposta di indire un referendum abrogativo contro la petrolizzazione in particolare e contro l’art. 35.

L’iniziativa è dell’assessore all’ambiente della regione Abruzzo, Mario Mazzocca e ha trovato il parere favorevole anche del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. È stato fissato un’incontro per il 24 luglio a Termoli con i rappresentanti delle altre regioni adriatiche per un confronto e per approfondire e promuovere nel più breve tempo possibile le azioni da intraprendere sul tema e discutere l’iter amministrativo necessario a deliberare, in almeno 5 regioni, l’indizione del referendum abrogativo delle disposizioni previste anche dallo Sblocca Italia per quanto concerne le concessioni dei titoli minerari. I tempi sono stretti perché la richiesta referendaria deve essere depositata entro il prossimo 30 settembre, affinché si possa andare al voto nella primavera del 2016. In caso contrario i procedimenti per progetti “petroliferi” riavviati dall’art. 35 del “Decreto Sviluppo” arriveranno rapidamente a conclusione, anche grazie all’accelerazione impressa dallo “Sblocca Italia”.

All’opposizione della Regione Abruzzo si è aggiunta oggi anche quella della Regione Veneto.

«Abbiamo già detto no in modo netto alle trivellazioni in Adriatico e continuiamo a ribadire con fermezza la convinta contrarietà del Veneto all’uso delle perforatrici nel nostro mare, anche facendo fronte comune insieme all’Abruzzo e alle altre regioni italiane che si oppongono alle scellerate norme sulle concessioni dei titoli minerari contenute nello Sblocca Italia»,

ha detto il governatore Zaia. Per Zaia, lo sfruttamento petrolifero dell’Adriatico ha rischiosissime conseguenze, sul piano ambientale ed economico, per i territori costieri, a causa soprattutto della subsidenza che le perforazioni provocherebbero e agli enormi danni che subirebbero i settori del turismo e della pesca.
Anche sul Mar Jonio, i Governatori delle regioni si stanno muovendo: Basilicata, Calabria e Puglia hanno chiesto al Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi di fissare un incontro urgente per discutere del permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in mare richiesto dalla società Enel Longanesi Developments Srl.

Fonte: bioecogeo.com

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Soros e “Francesco” uniti nella lotta…

Ormai da settimane ignoti hackers hanno messo in linea 2500 e-mail riservate fra George Soros, i dipendenti delle sue fondazioni – capeggiate dalla casa-madre, la...

Lo specchio delle relazioni: i nostri ringraziamenti

Lo specchio delle relazioni, un altro eccezionale evento che ha emozionato ed emoziona. I relatori, eccellenti nelle loro esposizioni, hanno saputo infondere un'atmosfera unica, magica...

Quando un piccolo gesto può fare la differenza

Quando si parla di Fame nel mondo, si rischia troppo spesso di fare un discorso demagogico e in quanto tale può non essere sentito...

ELIMINAZIONE DI SMOG E PRODUZIONE DI PIOGGIA CON LA TECNOLOGIA AD ENERGIA ETERICA

Eliminare lo smog è possibile, semplice e per nulla costoso. Qualcuno ci riuscì, alla fine degli anni Ottanta. Questo articolo spiega come... Nota del direttore:...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube