fbpx
sabato - 15 Giugno, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Rivelato il coinvolgimento diretto della CIA nell’assassinio di JFK

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

1° maggio: la Rivoluzione rovesciata

Il primo maggio si festeggia la festa dei lavoratori o Festa del Lavoro, per ricordare le conquiste in materia di orario, di retribuzione e...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

La cronaca di Akakor

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,700IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Questa settimana abbiamo appreso che gli archivi nazionali del governo degli Stati Uniti hanno rilasciato migliaia di documenti precedentemente classificati inclusi nella revisione del governo sull’assassinio del presidente John F. Kennedy nel 1963.

La raccolta di circa 13.000 documenti sarà il secondo di due rilasci di documenti relativi all’assassinio di JFK che il presidente Joe Biden ha autorizzato lo scorso anno. La Casa Bianca aveva precedentemente ritardato il rilascio pubblico a causa della presunta pandemia di Covid-19.

“[L]a profonda tragedia nazionale dell’assassinio del presidente Kennedy continua a risuonare nella storia americana e nei ricordi di tanti americani che erano vivi in ​​quel terribile giorno; nel frattempo, la necessità di proteggere i documenti riguardanti l’assassinio si è indebolita con il passare del tempo… È quindi fondamentale garantire che il governo degli Stati Uniti massimizzi la trasparenza divulgando tutte le informazioni contenute nei documenti riguardanti l’assassinio, tranne quando le più forti ragioni possibili consigliano diversamente.” ha dichiarato giovedì la Casa Bianca.

Tuttavia, ci sono evidenti secondi fini. Lungi dall’essere trasparente e aperto, Biden ha affermato nel suo promemoria che le agenzie governative potrebbero impiegare fino a 5-6 mesi per “esaminare” i documenti e poi decidere quali di essi saranno autorizzati ad essere visti dal pubblico, spingendo i critici ad accusare Biden di aver orchestrato un’altra classica operazione alla Deep State di ritrovo limitato. La Casa Bianca di Biden sta ora dicendo al pubblico che dovranno solo aspettare fino a maggio o giugno 2023, in modo che il governo degli Stati Uniti possa decidere se vi sia “qualsiasi informazione nascosta dal discorso pubblico per la quale le agenzie non raccomandano un ulteriore rinvio”.

Sembra che il governo degli Stati Uniti e la CIA siano desiderosi di rimuovere o oscurare qualsiasi informazione cruciale sull’assassinio che potrebbe danneggiare l’immagine della CIA e dell’FBI come risultato delle loro operazioni clandestine negli anni ’60.

I sostenitori della trasparenza ritengono che il rilascio di tutti i documenti rimanenti aiuterà a ripristinare la fiducia e la fede nel funzionamento del governo.

Da New Resistence:

“Mi sto davvero godendo il totale capovolgimento narrativo in arrivo di nuovo negli Stati Uniti. Alla destra non sono mai piaciuti i grandi governi, ma si fidavano dell’FBI e della CIA. La sinistra amava il grande governo ma odiava l’FBI e la CIA. Per la prima volta vediamo i media mainstream (a destra) accusare la CIA di aver ucciso Kennedy. Osservate come la ‘sinistra’ denuncia questa accusa e continua a proteggere le agenzie federali… Il 2023 sarà interessante”.

Il conduttore di Fox News Tucker Carlson dà la sua opinione su una fonte che afferma che la CIA fosse coinvolta nell’assassinio di JFK. Carlson rivela anche come l’ex Segretario di Stato di Trump, Mike Pompeo, sia stato implicato nel bloccare il rilascio di queste informazioni e che una fonte riservata ha confermato a Carlson che le informazioni nella raccolta di documenti non modificati indicano un coinvolgimento diretto della CIA nell’omicidio del presidente degli Stati Uniti. nel 1963. Guarda: 

L’editorialista del New York Post Miranda Devine reagisce al presidente Biden che ha rilasciato altri file JFK, nonostante oltre 4.000 documenti rimangano oscurati. Guarda: 

 

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Lo scandalo che non colpirà la Casa Bianca.

Un transgender alla Casa Bianca, l'omosessualità di Obama, le dichiarazioni di Joan Rivers e la sua strana morte. Lo scandalo che non colpirà la...

La scomparsa di Mario Pincherle

LA SCOMPARSA DI MARIO PINCHERLE di Gian Marco Bragadin fonte: www.melchisedek.it Ha lasciato il corpo uno dei pochi italiani davvero straordinari che ho conosciuto: Mario Pincherle Negli anni passati...

A Mosca, Xi e Putin seppelliscono la Pax Americana

Ciò che è appena avvenuto a Mosca non è altro che una nuova Yalta che, per inciso, si trova in Crimea. Ma a differenza...

VITTORIO EMANUELE? MA È LA REPUBBLICA DI VANNA MARCHI! di Maurizio Blondet

Certo, c’è Vittorio Emanuele.Che dice «là ci sono quattro sacchi di soldi» (al casinò di Campione).Che sollecita una tangente per certe macchine da gioco,...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube