fbpx
domenica - 19 Maggio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Sembra che la Russia non necessiti di un’offensiva invernale per vincere la guerra

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

1° maggio: la Rivoluzione rovesciata

Il primo maggio si festeggia la festa dei lavoratori o Festa del Lavoro, per ricordare le conquiste in materia di orario, di retribuzione e...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Moon of Alabama si è dimostrato una fonte affidabile di notizie sul conflitto in Ucraina. Il post del 23 novembre indica che una parte del governo o dell’esercito russo si è finalmente resa conto che la Russia è in guerra. Puoi leggere il resoconto qui.

La politica di otto mesi del Cremlino di proteggere l’Ucraina dagli attacchi, aiutando così quest’ultima a condurre la guerra contro le forze russe, sembra essere giunta al termine.   Le infrastrutture – energia, trasporti, acqua – dell’Ucraina vengono messe fuori uso. Gli attacchi russi alla capacità di funzionamento dell’Ucraina si sono gradualmente intensificati, provocando danni più ampi e gravi. Sembra che i russi non vogliano distruggere tutto a meno che l’Occidente e il suo governo fantoccio ucraino insistano a non voler giungere a più miti consigli.  

Le prostitute mediatiche puttane occidentali, ovviamente, non riportano la vera situazione.   Gli organi di stampa occidentali sono un ministero della propaganda e hanno creato un’immagine della sconfitta russa. Sarebbe difficile identificare il peggior bugiardo fra i media occidentali in quanto ci sono infiniti candidati, ma Charles Moore del Telegraph britannico è uno dei principali candidati nel pubblicare i rapporti più inverosimili: vedi, ad esempio, “Ora l’unica speranza di Vladimir Putin è terrorizzare l’Occidente affinché negozi le vittorie dell’Ucraina”.

Il Telegraph ci dice anche che “l’Ucraina potrebbe raggiungere la Crimea entro Natale” 

I cosiddetti “esperti sui russi” americani diffondono le stesse illusioni.

Di conseguenza, i popoli occidentali hanno un’immagine totalmente falsa della situazione.   La Russia potrebbe distruggere l’Ucraina in un giorno senza usare armi nucleari. La moderazione del Cremlino – a mio avviso un errore strategico in quanto ha consentito all’Occidente di essere coinvolto e ampliare la guerra – in Ucraina ha una serie di ragioni legittime. L’Ucraina e la sua popolazione fanno parte della Russia da secoli. Ci sono molti matrimoni misti. La maggior parte degli ucraini non è favorevole ai neonazisti che hanno dominato l’Ucraina da quando gli Stati Uniti hanno rovesciato il governo nel 2014 e ha sofferto per mano loro. Il Cremlino non vuole la rovina e la povertà di un paese al suo confine, così come non vuole la responsabilità di ricostruire le infrastrutture dell’Ucraina.

Per me è inconcepibile che “esperti” e “reporter” in Occidente siano così stupidi e corrotti da aver scritto i ridicoli resoconti del conflitto che portano la loro firma. È una totale assurdità e ha incoraggiato la falsa convinzione che la Russia possa essere sconfitta e che “l’Ucraina possa essere in Crimea entro Natale”.  

Il fatto che tale assurda propaganda possa essere efficace può portare gli Stati Uniti e la NATO a mettere gli stivali sul terreno, e poi abbiamo la Terza Guerra Mondiale.

Dal punto di vista di Washington, più l’Ucraina viene distrutta, meglio è. Se Putin alla fine abbandona le sue mezze misure e passa alla guerra vera, la guerra finirà presto. Se Washington può impedire a Zelensky di arrendersi fino a quando l’Ucraina non sarà distrutta, Washington trarrà vantaggio dal drenaggio economico e finanziario sulla Russia che la ricostruzione imporrà. Dal punto di vista di Washington, maggiori sono i problemi per la Russia, meglio è, indipendentemente dal costo per gli ucraini.

Ciò a cui stiamo assistendo è l’enorme disumanità di Washington e delle capitali della NATO. Non è giusto che sia l’Ucraina a pagare il costo della disumanità occidentale e non Washington e le capitali europee.

 

Da The Alt World

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Convegno Newbio all’Universita’ San Paolo

Nexus parteciperà a questo straordinario evento gratuito organizzato da NewBIO (partner delle riviste Nexus New Times e Puntozero) che si terrà a Milano il...

Agnellino pane e vino

Per una volta tanto non voglio parlare di economia, ma di una tematica alimentare di cui mi faccio portavoce durante il mio ultimo show...

La carta igienica come strumento di pressione politica

Manuale del perfetto colpo di stato: far mancare la carta igienica al popolo! Dal Cile di Allende al Venezuela di oggi la carta igienica...

“La teoria del gender non esiste! Mai esistita!”

Chi crede che esista una volontà pubblica di instillare la teoria del “gender” negli scolari è “bigotto”, “sessuofobo”, uno che ha problemi di gestione...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube