lunedì - 30 Gennaio, 2023

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Steve Bannon e il Deep State Cinese

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
9,200IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

“Considero Xi Jinping il nemico più pericoloso al mondo per le società aperte.”

George Soros, 2021

“La Cina è emersa come la più grande minaccia economica e alla sicurezza nazionale che gli Stati Uniti abbiano mai affrontato”

–Steve Bannon, 2019

Come rovesciare il Partito Comunista Cinese

Il 4 giugno 2020, il miliardario epurato agente dello stato profondo Guo Wengui (alias: Miles Guo), che ora opera da New York City, ha istituito una nuova organizzazione chiamata “Il nuovo stato federale della Cina” con una bandiera, una costituzione e un inno scadente. – interamente dedicato al rovesciamento del governo cinese… che senza dubbio accadrà da un giorno all’altro nella più sfrenata immaginazione di Guo. 

Quando questo progetto è stato svelato, Steve Bannon e Guo erano fianco a fianco sullo yacht da 28 milioni di dollari del milionario asiatico nel porto di New York con la statua della libertà sullo sfondo e aerei che sventolavano bandiere che annunciavano il nuovo Stato Federale della Cina.

Da quando è sfuggito all’arresto in Cina nel 2014, Guo ha presto collaborato con Steve Bannon, finanziando la sua trasmissione War Room e co-fondando diverse piattaforme e fondazioni media come GTV, Gnews, Rule of Law Foundation e Rule of Law Society.

Vi presentiamo Miles Guo

Miles Guo rappresentava un tipico oligarca locale in Cina avendo accumulato una vasta fortuna che ha raggiunto il picco di oltre un miliardo di dollari nel 2014, quando era a capo di Zenith Enterprises real estate e Beijing Morgan Investments (un tentacolo di JP Morgan all’interno della Cina). 

Pur non essendo mai diventato un membro del Partito Comunista, a differenza della figura caduta in disgrazia dello stato profondo Jack Ma di Alibaba e Davos, Guo aveva fatto fortuna proprio come gli oligarchi russi degli anni ’90 in fase di liberalizzazione: attraverso ricatti, corruzione e saccheggi. Nella Cina degli anni ’80, proprio come abbiamo visto nella Russia degli anni ’90, un vasto saccheggio predatorio è avvenuto ad opera di pirati senza coscienza legati ai loro controllori occidentali a Londra e Wall Street. 

Guo è stato tra il primo gruppo di giovani sociopatici che hanno avuto un ruolo nella tentata rivoluzione colorata alimentata da Soros e guidata dal suo asset Zhao Ziyang (ex Premier 1980-1987 e poi capo del Partito Comunista Cinese nel 1987-89). 

Quando Zhao fu rimosso dal potere durante il suo tentativo di colpo di stato in piazza Tiananmen nel giugno 1989, che portò al bando a vita di Soros nello stesso anno, Guo fu uno delle centinaia di asset di Zhao arrestati, trascorrendo quasi due anni in prigione durante i primi anni ’90 [1].

Dopo il suo rilascio, Guo tornò rapidamente al lavoro per ricostruire il suo impero usando non pochi trucchi sporchi e l’aiuto di figure di spicco incentrate sul potente Ministero della Sicurezza dello Stato cinese e sulla cricca miliardaria di Shanghai degli ex presidenti del PCC Jiang Zemin (1989-2002) e Hu Jintao (2002-2012). 

La fortuna di Guo si è esaurita nel 2014 quando si è trovato ad affrontare dozzine di accuse di corruzione, estorsione, ricatto e stupro. L’inevitabile incriminazione di Guo è stata alimentata da una repressione molto più ampia contro lo Stato Profondo della Cina, guidata dalla campagna anticorruzione senza precedenti di Xi Jinping a seguito della sua vittoria come segretario generale del PCC nel 2012. 

Xi Jinping prosciuga la palude

Tra il 2012 e il 2022, oltre 4,7 milioni di funzionari del partito cinese sono stati puniti per concussione e accuse di corruzione, mentre i gruppi di facciata della CIA legati al National Endowment for Democracy sono stati tagliati fuori dal loro sostegno occidentale. Gli agenti dell’intelligence statunitense, incluso il neocon caduto in disgrazia John Bolton, lo hanno ammesso in un articolo di Bloomberg del 10 novembre 2021 che diceva: 

“Gli sforzi radicali di Xi per cambiare la politica interna della Cina e consolidare il suo controllo hanno anche messo a dura prova l’intelligence americana… Il passaggio da un sistema di leadership ‘collettiva’ sotto gli ex presidenti Jiang Zemin e Hu Jintao ad uno dominato da Xi significava che la CIA doveva passare dal concentrarsi sulle cerchie ristrette di sette o anche nove top leader a, effettivamente, solo uno.”

Alcuni esempi di alti funzionari epurati da posizioni di vasto potere all’interno della Cina includono i funzionari del Ministero della sicurezza di Stato Ma Jian (vice ministro della pubblica sicurezza nel 2006-2015) e Zhou Youngkang (ministro della pubblica sicurezza nel 2002-2007) che sono stati arrestati e condannati all’ergastolo rispettivamente nel 2015 e nel 2018.

Secondo il giornalista investigativo Pepe Escobar, entrambi gli uomini erano gestori di Miles Guo ed erano stretti alleati di Ling Jihua (capo dello staff di Hu Jintao) che è stato riconosciuto colpevole di corruzione e condannato all’ergastolo nel 2016. Un altro associato di questo alveare era Sun Zhengcai che si è ritrovato estromesso come membro del Politburo e condannato all’ergastolo nel 2018. In cima a questa lista, l’ex vice ministro della polizia Sun Lijun è stato arrestato nel 2022 con l’accusa di corruzione, il capo dell’Interpol cinese Meng Hongwei è stato incarcerato per 13,5 anni nel 2019 con l’accusa di corruzione, mentre l’ex ministro della Giustizia Fu Zhenghua è stato condannato a morte con sospensione della pena nel 2021.

L’elenco potrebbe continuare molto più a lungo, ma avete afferrato il concetto. 

Miles Guo arriva in America

Mentre i suoi gestori e soci andavano in prigione, l’utilità di Guo in Cina si esaurì e così si unì a migliaia di altri traditori miliardari ricevendo rifugio all’estero dove fu messo a lavorare negli Stati Uniti conducendo operazioni di guerra asimmetrica contro la sua patria. 

Nel gennaio 2021, due think tank controllati da Bannon-Guo denominati The Rule of Law Society e Rule of Law Foundation hanno finanziato il rapporto condotto dal ricercatore con sede a Hong Kong, il dottor Li Meng Yan, che dipinge la Cina come l’unico ente che ha scatenato il COVID-19 nel mondo. Sebbene questa affermazione non fosse basata su alcuna prova reale, le sue conclusioni sono state amplificate da gruppi di riflessione, agenzie governative e organi di stampa occidentali, ignorando gli oltre 320 biolaboratori controllati dal Pentagono sparsi sulla faccia della terra.

Tra gli amici intimi di Guo c’erano nientemeno che Tony Blair (che scrisse a Guo una lettera di raccomandazione quando fece domanda per l’acquisto del suo primo condominio da 60 milioni di dollari a New York nel 2015) e Connie Morgan, erede della dinastia JP Morgan che è anche una delle principali sostenitrici dello Stato federalista della Nuova Cina di Guo. 

Durante un evento del 4 giugno 2022 che celebrava il secondo anniversario dello Stato federalista della Nuova Cina (e l’anniversario della fallita rivoluzione colorata di Piazza Tiananmen), Guo ha intervistato la signora Morgan quando l’ereditiera ha spiegato che il clan dei Morgan sono gli eroi americani per aver salvato gli Stati Uniti in tempi di crisi finanziaria nel 1903 e nel 1913, fatto ribadito da Guo, orgoglioso di aver messo in chiaro le cose una volta per tutte. 

Nel bel mezzo di questa intervista, Guo ha dichiarato:

“La Sig.ra Morgan è stata molto chiara. Non c’erano soggetti interessati della famiglia Morgan nella Federal Reserve, né sono stati coinvolti nel deep state. Quindi questa è una diceria… La famiglia Morgan è una vera patriota per l’America.

Una parola su Steve Bannon 

Vale la pena prendere un momento per rivedere il ruolo svolto dallo stretto collaboratore di Guo e devoto guerriero della guerra anti-cinese Steve Bannon, che il presidente Trump ha giustamente cacciato dalla sua squadra nell’agosto 2017. 

Tra il 2017 e oggi, Bannon ha lavorato duramente per riunire i sostenitori di Trump in America e la destra europea in un nuovo fronte unito anti-cinese, facendo rivivere la dottrina neo-con dello “scontro di civiltà” alla riscossa – sebbene modificata per un altro pubblico, diffidente nei confronti delle tattiche convenzionali dei neocon tradizionali. 

Uno dei canali principali che Bannon ha scelto per scatenare questo assalto all’inizio è stato intitolato Committee on Present Danger-China, che ha fondato insieme a un gruppo di agenti dell’intelligence, neocon infuriati e truffatori nel marzo 2019. Etichettando la Belt and Road della Cina come un nuovo impero minaccioso per distruggere l’America e schiavizzare il mondo, il think tank di Bannon ha dichiarato:

“Come con l’Unione Sovietica in passato, la Cina comunista rappresenta una minaccia esistenziale e ideologica per gli Stati Uniti e per l’idea di libertà – una minaccia che richiede un nuovo consenso americano per quanto riguarda le politiche e le priorità necessarie per sconfiggere questo pericolo”. 

Bannon si è anche ritrovato a lavorare sempre più strettamente con il Falun Gong, culto anti-Pechino finanziato dalla CIA, che è stato bandito dalla Cina dal 1999 e utilizzato dalla CIA come arma di propaganda contro la Cina, rivendicando prove aneddotiche dell’uccisione delle minoranze religiose per il prelievo di organi, sponsorizzato da Pechino. 

Sebbene si venda come un gruppo di meditazione, il suo leader Li Hongzhi risiede negli Stati Uniti, dove ha vissuto in un complesso di 427 acri chiamato Dragon Springs nello stato di New York mentre stava seduto in cima ad un impero culturale e mediatico multimiliardario. Proprio come la Chiesa di Scientology, gli iniziati del culto di Li sono portati a credere che il loro guru fondatore abbia poteri magici che gli permettono di curare tutte le malattie, leggere la mente e levitare. Gli viene anche detto che il loro maestro ha poteri magici che impediscono alle forze del male che vivono su altri pianeti e persino su altre dimensioni di distruggere il mondo. 

Come delineato in un’intervista rivelatrice del 1999 a Time Magazine, Li Hongzhi predica di essere l’unica salvezza dell’umanità che è stata corrotta dagli alieni interdimensionali che hanno sopraffatto i corpi degli umani nel secolo scorso e che ci hanno portato alla corruzione promuovendo la scienza progressista nel corso del XX secolo. Vale la pena rileggere qui una parte di questa intervista:

Li Hongzhi: “… dall’inizio di questo secolo, gli alieni hanno iniziato a invadere la mente umana e la sua ideologia e cultura.

TIME: Da dove vengono?

Li: Gli alieni provengono da altri pianeti. I nomi che uso per questi pianeti sono diversi. Alcuni provengono da dimensioni che gli esseri umani non hanno ancora scoperto… Gli alieni hanno introdotto macchinari moderni come computer e aeroplani. Hanno iniziato insegnando all’umanità la scienza moderna, quindi le persone credono sempre più alla scienza e, spiritualmente, sono controllate. Tutti pensano che gli scienziati inventino da soli quando in realtà la loro ispirazione è manipolata dagli alieni. In termini di cultura e spirito, controllano già l’uomo. L’umanità non può vivere senza la scienza”

TIME: Sei un essere umano?

Li: Puoi pensare a me come a un essere umano.

TIME: Sei della Terra?

Li: Non desidero parlare di me stesso a un livello superiore. La gente non lo capirebbe.

TIME: Cosa cercano gli alieni?

Li: Gli alieni usano molti metodi per impedire alle persone di liberarsi dalla manipolazione. Fanno sì che i terrestri abbiano guerre e conflitti e sviluppino armi usando la scienza, il che rende l’umanità più dipendente dalla scienza e dalla tecnologia avanzata. In questo modo gli alieni potranno introdurre la loro roba e fare i preparativi per sostituire gli esseri umani. L’industria militare guida altri settori come i computer e l’elettronica.

TIME: Puoi descriverli?

Li: Un tipo sembra umano, ma ha un naso fatto di ossa. Altri sembrano fantasmi. All’inizio pensavano che stessi cercando di aiutarli. Ora sanno che li sto spazzando via.

Bannon si è interfacciato a stretto contatto con il Falun Gong su una varietà di progetti, tra cui la promozione di Epoch Times, affiliato al Falun Gong, che funge da gioiello della corona nell’impero mediatico della Nuova Dinastia Tang del Falun Gong. Bannon ha persino prodotto un film finanziato dal Falun Gong intitolato Claws of the Red Dragon, mettendolo nella stessa barca della sua immagine speculare di sinistra George Soros, che sostiene anche il Falun Gong attraverso l’organizzazione partner della Open Society Foundation, la Freedom House. 

La contraddizione derivante da questa alleanza di sociopatici pro-Trump che lavorano con sociopatici anti-Trump ha senso solo se si guarda al gioco anti-umano dall’alto verso il basso piuttosto che dal basso verso l’alto. 

Preparare il terreno per una nuova crociata

È qui che iniziamo ad ottenere un quadro più completo della natura del falso gioco “sinistra contro destra” in corso, mentre osserviamo un think tank con sede nella City di Londra guidato da Bannon chiamato Dignitatis Humanae Institute situato all’interno di un monastero vecchio di otto secoli chiamato Abbazia di Trisulti. Questa abbazia fu costruita per ordine di papa Innocenzo III nel 1204 per celebrare la quarta crociata che vide il saccheggio strategicamente importante di Costantinopoli da parte di orde di mercenari crociati cristiani che uccisero altri cristiani.

Il Monastero di Trisulti e sede dell’Istituto Dignitatis Humanae

Questa vittoria fu un vero colpo di Stato per gli oligarchi veneziani che presero prontamente il controllo delle vaste rotte commerciali marittime di Costantinopoli, degli stati strategici e della città di Creta che vide anche l’ascesa alla ribalta del Clan Kalergi che verrà a svolgere un ruolo molto importante e sorprendente in questa storia. Papa Innocenzo III ampliò enormemente le Crociate durante i suoi 18 anni di regno, portando ai più grandi bagni di sangue dei cristiani che uccisero musulmani in Spagna e in Terra Santa, nonché alla disastrosa “Crociata dei bambini” del 1212 che vide migliaia di bambini europei inviati a riconquistare la Terra Santa insieme a veterani mercenari templari. Quello che è successo a questi bambini rimane un mistero, ma è probabile che siano stati uccisi o venduti come schiavi in ​​quella che è stata la prima operazione globale di traffico di bambini registrata nella storia del mondo.

Innocenzo III sanzionò anche un nuovo ordine noto come i francescani guidati dal “santo ecologista” Francesco d’Assisi nel 1209 che professava di poter parlare con gli animali. Questo ordine in seguito servì come base per la creazione dell’ordine dei Gesuiti durante l’acquisizione di Roma da parte degli Asburgo spagnoli all’inizio del XV secolo. 

Bannon, addestrato dai gesuiti, è entrato a far parte di questo “istituto” che professa di unire la destra internazionale attorno ai valori cristiani, insieme a una pletora di altre figure altamente collegate che sono state recentemente esposte in una potente denuncia del ricercatore Stan Ezrol. 

Nel suo studio del 2019, Ezrol ha descritto gli altri quattro co-patroni di questo gruppo cattolico di Bannon come“l’arciduca Otto Von Habsburg, successore al trono del Sacro Romano Impero quando fu sciolto; Sua Altezza Reale Carlo di Borbone delle Due Sicilie e Duca di Castro, figura di spicco dell’ala antirinascimentale della nobiltà europea; il Feldmaresciallo Lord Guthrie GCB (Cavaliere di Gran Croce), LVO (Luogotenente dell’Ordine Vittoriano), OBE (Ordine dell’Impero Britannico); e padre Matthew Festing.”

Un ex presidente e attuale membro dell’istituto include anche un membro della famiglia reale britannica, Lord Nicholas Windsor che, come l’ex agente anglicano Lord Guthrie e l’ex primo ministro britannico Tony Blair, si è convertito al cattolicesimo per diventare un aspirante gestore della destra alternativa. 

Pan Europa 2.0 e la nuova crociata di Bannon

In vero stile crociato, la nozione di cristianesimo di Bannon non è compatibile con la nozione di rispetto verso le differenze delle altre religioni. È piuttosto una visione sciovinista che richiede la totale sottomissione delle fedi minori delineata nella sua dichiarazione neo-Scontro di civiltà a Breitbart nel 2016 dicendo:

“[l’America] andrà in guerra nel Mar Cinese Meridionale tra cinque o dieci anni… non c’è dubbio”.

In un’altra intervista con The Economist, Bannon ha dichiarato:

“Voglio che il mondo guardi indietro tra 100 anni e dica che il loro sistema mercantilista e confuciano è andato perduto. L’occidente liberale giudeo-cristiano ha vinto”.

Ignorando completamente la mano della CIA-MI6 dietro la crescita del terrorismo islamico negli ultimi quarant’anni, Bannon ha pronunciato le sue osservazioni sull’inevitabile guerra globale contro l’Islam nel 2014 affermando: 

“Siamo in una vera e propria guerra contro il fascismo islamico jihadista. E questa guerra, penso, si sta metastatizzando molto più velocemente di quanto i governi possano gestirla… Siamo proprio nelle fasi iniziali di un conflitto globale, e se non ci uniamo insieme come partner con altri in altri paesi, questo conflitto andrà a metastatizzarsi… ora ci troviamo, credo, nelle fasi iniziali di una guerra globale contro il fascismo islamico”.

Questa imminente Guerra Santa delle Civiltà può avvenire solo se i maltrattati gruppi conservatori di destra dell’occidente possono essere uniti in un fronte comune, ovviamente, e per raggiungere questo obiettivo, Bannon nel 2018 ha creato una fondazione con sede in Europa chiamata semplicemente “Il Movimento”, progettato per rilanciare le operazioni postmoderne neo-bolsceviche finanziate da George Soros in tutto l’occidente.

Anche se la crisi economica non ha ancora polarizzato sufficientemente le popolazioni maltrattate dell’Europa o degli Stati Uniti da radunare gruppi conservatori nella rete di Bannon, state certi che l’infrastruttura e il piano di gioco per armare le persone sono pronti.

La nobiltà nera e Bannon

La connessione con i ranghi interni della nobiltà nera europea, incentrata sulle reti di Otto von Hapsburg, ci conduce a un centro nevralgico del fascismo internazionale che ha plasmato gran parte del XX secolo. 

Fu Otto von Hapsburg a guidare il Movimento paneuropeo (alias: Pan Europa) tra il 1973 e il 2011 e fu questo stesso movimento ad essere stato creato e guidato dal mentore di Otto Hapsburg, il conte Richard Coundenhove-Kalergi (1894-1972) che fondò l’organizzazione nel 1922. Pan Europa fu originariamente costituita come organizzazione ombrello cattolica conservatrice in risposta alla diffusione del bolscevismo che era stato recentemente utilizzato per rovesciare il governo russo e minacciava di diffondersi in tutta Europa con vasta influenza in Ungheria e Germania. Molte delle figure che guidarono queste riforme post-moderniste nel governo bolscevico ungherese (come il ministro della cultura bolscevico George Lukacs) divennero figure di spicco della Scuola di Francoforte e furono presto assorbite dalla CIA all’indomani della Seconda guerra mondiale.

Come troppo spesso accade con tali falsi dualismi, la diffusione del bolscevismo fu essa stessa finanziata dalle stesse agenzie oligarchiche che allo stesso tempo finanziarono i reazionari conservatori di PanEuropa, disgustati dalla distruzione dei valori e delle norme tradizionali operata dai radicali bolscevichi. 

È interessante notare che Coudenhove-Kalergi era egli stesso il rampollo di due antiche famiglie nobili veneziane. La linea di sangue Kalergi era salita al potere durante l’acquisizione da parte di Venezia del possesso bizantino di Creta dopo la Quarta Crociata nel 1204 e continuò a svolgere un ruolo di primo piano negli affari di stato dell’Impero veneziano e poi asburgico per i successivi otto secoli. Per quanto riguarda il lato Coudenhove della famiglia, il Conte descrisse un altro punto di collegamento con la Crociata dicendo:

“La linea Coudenhove risale all’XI secolo, quando due fratelli Coudenhove si unirono alla prima crociata nel 1099, allorché Gerusalemme fu conquistata per la prima volta dagli eserciti uniti dei cavalieri cristiani d’Europa. Erano appartenuti alla più antica nobiltà del Brabante Settentrionale, ora parte dei Paesi Bassi. Alla fine del Settecento i Coudenhove erano stati nominati conti del Sacro Romano Impero.

Sfortunatamente, il giovane conte si ritrovò senza lavoro una volta che l’impero austro-ungarico fu smantellato sulla scia della Prima guerra mondiale. 

Questo vuoto venne riempito dal suo nuovo incarico di ristabilirsi come oligarca leader in un rinnovato impero mondiale feudale e, sebbene possa sorprendervi, il progetto stesso dell’Unione Europea (che potrebbe aver ispirato anche il progetto di Miles Guo per il Nuovo Stato Federalista della Cina un secolo dopo), compreso l’uso della IX sinfonia di Beethoven come suo inno, fu delineato per la prima volta in dettaglio dallo stesso Kalergi.

Tra la vasta gamma di primi sostenitori della Pan Europa di Coudenhove-Kalergi c’erano personaggi del calibro di Benito Mussolini, Winston Churchill, Walter Lippmann, il ministro delle finanze nazista Hjalmar Schacht e il geopolitico nazista Karl Haushofer, mentre i finanzieri Max Warburg e Louis de Rothschild finanziarono l’organizzazione.

Nel suo libro del 2022 “L’impero su cui il sole nero non tramonta mai“, Cynthia Chung scrive:

“Secondo Kalergi, la sua introduzione a Max Warburg avvenne nel 1924 tramite il barone Louis Rothschild. Warburg fece immediatamente una donazione di sessantamila marchi d’oro per accompagnare il movimento nei suoi primi tre anni. Kalergi suggerì che la donazione venisse divisa equamente tra Germania e Austria. ‘Abbiamo concordato la nomina di due fiduciari: Geheimrat Fritsch della Dresdner Bank per la tranche tedesca e il vicepresidente Brosche della Kreditanstalt per la tranche austriaca’. La Dresdner Bank sarebbe stata in seguito una delle principali parti interessate nella società di costruzioni per Auschwitz. Il vicedirettore della banca fu Hjalmar Schacht dal 1908 al 1915, che in seguito avrebbe continuato a lavorare a stretto contatto con la stessa. La Dresdner Bank era conosciuta come la banca scelta dalle SS di Heinrich Himmler.

Nel 1932, Coudenhove-Kalergi pronunciò un discorso che celebrava il grande ripristino dell’ordine che sarebbe emerso dallo sforzo paneuropeo unificato per reprimere l’anarchismo bolscevico dicendo: 

“Questa guerra eterna può finire solo con la costituzione di una repubblica mondiale… L’unico modo rimasto per salvare la pace sembra essere una politica di forza pacifica, sul modello dell’Impero Romano, che riuscì ad avere il più lungo periodo di pace in occidente grazie alla supremazia delle sue legioni”. 

Nel 1954, Coudenhove-Kalergi delineò la visione della Cospirazione aperta paneuropea dicendo:

“L’Unione Paneuropea dovrebbe diventare il rappresentante non ufficiale della nazione europea multilingue – al di là di tutte le lingue e di tutti i partiti – e senza alcun tipo di infiltrazione comunista. Questo costringerà la PEU a diventare un solido gruppo internazionale, un circolo politico, una sorta di cospirazione aperta come descritta da HG Wells in uno dei suoi libri”

La religione governante di questo nuovo regime globale non sarebbe in realtà qualcosa di simile al cristianesimo autentico, ma indosserebbe semplicemente un costume cristiano nello stesso modo in cui l’inquisizione utilizzò il simbolismo cristiano semplicemente come copertura per portare avanti un programma di guerra globale e genocidio. La vera religione di questa élite sarebbe semplicemente una riorganizzazione dell’eugenetica, come afferma Kalergi:

“La scienza dell’eugenetica, che dovrebbe portare alla realizzazione della biologia pratica, appartiene al futuro. Presto sarà associata alla visione del mondo di Nietzsche e, attraverso di essa, acquisterà il potere sorprendente di una religione. L’eugenetica insegna l’allevamento superiore degli esseri umani, l’esclusione dei meno desiderabili da un’ulteriore riproduzione. Il nuovo allevamento selettivo.”

Sebbene la Pan Europa sia stata creata come opposizione fascista “cattolica conservatrice” alla diffusione del bolscevismo (a sua volta gestito dalle agenzie di intelligence durante il XIX e l’inizio del XX secolo), non è un’ironia da poco che Bannon, addestrato dai gesuiti, abbia affermato di modellare le sue tattiche su quelle di Lenin.

Giochi nei giochi: come non farsi giocare

In un articolo del Daily Beast del 22 agosto 2016, il giornalista Ronald Radosh ha descritto una conversazione che aveva avuto con Bannon due anni prima dicendo:

“…abbiamo parlato a lungo del suo approccio alla politica. Non si è mai definito un ‘populista’ o un ‘nazionalista americano’, come molti pensano di lui oggi. ‘Sono un leninista’, ha proclamato con orgoglio Bannon. Scioccato, gli ho chiesto cosa intendesse. ‘Lenin’, ha risposto, ‘voleva distruggere lo Stato, e questo è anche il mio obiettivo. Voglio far crollare tutto e distruggere tutto l’establishment di oggi.'”

Il 21 ottobre 2021 Bannon ha gettato benzina sulla narrativa liberale dell'”insurrezione del MAGA” il 6 gennaio 2021 chiedendo “20.000 truppe d’assalto per prendere il controllo del governo”.

Sebbene sia passato un secolo dalla fondazione della pan Europa di Coudenhove-Kalergi, gli stessi principi stanno plasmando i contorni della nostra epoca attuale. Proprio come vaste crisi sistemiche che minacciano la vita della maggior parte delle anime che vivono sul nostro pianeta premono minacciosamente contro il nostro futuro come avevano fatto un secolo fa, tecniche simili di opposizione controllata e giochi all’interno dei giochi sono usati dalla stessa classe oligarchica che ha orchestrato l’attuale stato delle cose. Molte brave persone i cui cuori sono troppo grandi e la comprensione troppo superficiale sono già state assorbite da false narrazioni che inquadrano quali mortali nemici dell’Occidente la Russia o la Cina, ignorando la mano causale di quelle stesse agenzie oligarchiche che cercano di ridurre in macerie tutte le nazioni sovrane e le culture sotto una nuova crociata.

Non cascateci.

Nota

[1] Quando il bagno di sangue non si è verificato, con solo 200-300 morti (molti dei quali erano soldati dell’EPL), il piano è stato abortito e i provocatori più radicali legati all’operazione Soros sono stati portati in luoghi più sicuri negli Stati Uniti e Canada nell’ambito di un’operazione MI6/CIA denominata “Operazione Yellowbird“. Con la vasta assistenza delle triadi di Hong Kong, questi incitatori sono stati fatti sgattaiolare fuori dalla Cina, dove molti hanno ricevuto lussuose ricompense e borse di studio presso le università della Ivy League negli Stati Uniti, formando quello che Gavin Hewitt del Washington Post ha descritto come “il nucleo di un movimento democratico in esilio”. Molto è stato scritto sulla verità dei fatti di Piazza Tiananmen nel 1989, e per qualsiasi persona onesta che valuti le prove presentate sull’argomento (come qui, o qui, o qui), il caso è da considerarsi chiuso.

Fonte originale: https://www.thelastamericanvagabond.com/steve-bannon-chinas-deep-state/

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Putin lancia l’Unione eurasiatica. Ecco cos’è.

Roma, 30 mag – Archiviata la tornata elettorale europea ecco subito la mossa strategica dello scacchista Putin. I leader di Russia, Bielorussia e Kazakistan...

Verso il Grande Armageddon? – di Massimo Mazzucco

Tira una brutta aria negli Stati Uniti. Da un pò di tempo sembra di percepire segnali che puntano tutti nella stessa direzione: una esasperazione...

Editoria: no all’abrogazione delle tariffe agevolate

Appello- Al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano- Al presidente del Senato Renato Schifani- Al presidente della Camera Gianfranco FiniDal primo aprile tutte...

Rompere il grande silenzio dell’Australia

Nella foto: John PilgerNel discorso di accettazione del premio australiano per i diritti umani, il Sydney Peace Prize, all’Opera House di Sydney, John Pilger...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube