fbpx
lunedì - 4 Marzo, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Tanta paura per la pillola che cancella la paura – di Davis Fiore

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Le derive sanitarie di UE, WEF e OMS

A VISO SCOPERTO con Martina Pastorelli, Alberto Contri e Giovanni Frajese Conduce Matteo Demicheli Le derive sanitarie di UE, WEF (World Economic Forum) e OMS (Organizzazione...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,500IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Cancellare i ricordi con una pillola, questo lo scenario per il venturo decennio di guerre in Medio Oriente. Un esercito di soldati senza emozioni e programmato per uccidere, incapace di provare sentimenti di colpa, pentimento o di orrore. La pillola si chiama Propanolo, già conosciuta come antinfiammatorio, potrebbe essere destinata un giorno ai militari statunitensi per cancellare la memoria dei crimini commessi. Questo scenario apre una lunga serie di considerazioni etiche. Che cosa succederebbe se una pillola del genere venisse usata da un criminale? E che cosa implica esattamente cancellare la nostra memoria? La parte di noi con cui ci riconosciamo. Significa forse distruggere completamente la nostra identità? David Magnus, direttore del Centro di Bioetica dell'Università di Stanford, parla di pericoli legati all'uso indiscriminato di questa sostanza e un rapporto di bioetica della Casa Bianca ne ha sospeso lo studio, ponendo importanti interrogativi etici riguardo l'alterazione della memoria. La ricerca si è spostata in Canada, ma i militari statunitensi stanno già pensando di rifinanziarla. Le porte sono spalancate da quando nel 2007 è passato il "Psychological Kevlar Act" che consente al Direttore della Difesa di sviluppare un piano di misure preventive per ridurre la probabilità che i soldati manifestino la Sindrome da Disordine Post Traumatico (ovvero l'ansia seguente un evento drammatico). Con questo atto il Pentagono mette avanti l'idea di usare diverse droghe per proteggere i combattenti dallo stress conseguente l'omicidio di altri uomini. Uno dei candidati è proprio il Propanolo, al cui trattamento si pensa di sottoporre i soldati di ritorno dall'Afghanistan e dall'Iraq.
All'Università di Amsterdam il Propanolo è già stato somministrato a 60 studenti, mostrando loro l'immagine di un ragno, mente venivano sottoposti a uno shock elettrico, così che fossero spaventati dall'immagine anche in assenza dello stimolo fisico. Quando agli studenti veniva dato Propanolo non vi era alcuna reazione. Ma probabilmente non vi sarebbe stata alcuna reazione anche con un narcotico o con una botta in testa. Ma alla Difesa statunitense non fa grande differenza se questa sia una scienza spazzatura o un nuovo modo per controllare le persone. E con una droga credono di cancellare la paura del morso di un cane o l'angoscia per aver ucciso un altro essere umano. Che differenza fa?
Quando l'uomo sarà trasformato in una perfetta macchina da guerra, anche i piani alti cancelleranno la loro paura di un esercito ribelle e insubordinato.

 
Fonte

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

La televisione: il serpente sotto il letto di Paolo Cortesi

i nostri quattordicenni, infatti, considerano realtà ovvia che durante l’intero arco delle 24 ore quotidiane la tv trasmetta programmi.A qualunque ora, dallo schermo vengono immagini e suoni.Nelle...

“Il decennio del rifiuto”: L’antieuropeismo del PCI negli anni cinquanta

Una lettura utile, questo articolo a firma del politogo Carlo Giuseppe Cirulli, che meriterebbe un po' di attenzione soprattutto da chi si chiede dove...

LA TERRA CAMBIA FREQUENZA di Eduardo Capuano

tende a solidificarsi. Tuttavia, se osserviamo un solido al microscopiapossiamo osservare che esso vibra sempre di energia; esso non esisterebbe se non vibrasse. Un aumento della velocità...

Bonus bebè, bambini, burocrazia e politica

Italia: Bonus Bebè, bambini, burocrazia e politica (scarica qui il formato pdf)  Lettera aperta al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi Per conoscenza: Signor Presidente della Camera dei Deputati Signor...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube