fbpx
martedì - 23 Aprile, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

Un califfato islamico anche in Ucraina?

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Manipolazione della storia e delle menti

La storia la scrivono i vincitori, quindi è sempre diversa dalla realtà? Ne parliamo con Teodoro Brescia Dottore di ricerca, docente e scrittore e autore del libro...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Parlando di Ucraina, si parla di un territorio, di un popolo, di una Nazione vittima di una frammentazione che difficilmente può essere concepita da chi non si avvicina alle notizie con maggior interesse e sete di verità rispetto alla soddisfazione per la fugace messainscena informazionale che pullula e straripa nei telegiornali, nei salotti televisivi, nei giornali italiani e nelle nostre radio, tra una comparsata di Matteo Renzi e una di qualche suo avversario, tutti accomunati dal chiedere alle persone di rimanere nell'ovile, guai ad uscire, potrebbero perdersi e non tornare più a casa. Restate nel paese dei balocchi, poco importa che non vi divertiate davvero in questo gioco ma siate solo giocati… questa è la via, la verità, la vita che noi abbiamo scelto per voi. Eccomi allora, dando uno sguardo forse timido al cortile esterno dell'ovile, o ad una sua rappresentazione virtuale, a leggere questa notizia, tratta dal sito d'informazione russo RusVesna.su e tradotta da Russia.it:

Le milizie hanno riferito che soldati dell'esercito della Repubblica Popolare del Donezk hanno ucciso Wahid Bamatgireev, noto terrorista ceceno, signore della guerra, presidente del «Comitato per il diritto della Sharia e dello Stato della Repubblica cecena di Ichkerija», responsabile del «Tribunale della Sharia». Il terrorista è anche considerato un eroe tra i terroristi e ha ricevuto l’onore della Nazione» della «Repubblica di Ichkeria».

Il terrorista è stato ucciso insieme a suo figlio. Secondo le prime informazioni, il gruppo di terroristi ceceni ha agito con il 5° Battaglione del «Settore destro». Luogo della morte – Aeroporto di Donezk

Qualche domanda, giornalisticamente d'obbligo:

  • Perché Wahid Bamatgireev, sostenitore della Sharia, la Legge Islamica, combatteva presso l'aeroporto di Donetsk, in una terra in cui è in atto un genocidio (in senso letterale) della popolazione autoctona russofona e cristiano-ortodossa da parte del governo ucraino e delle milizie di estrema destra, di stampo nazista?
  • Cosa accomuna gli islamisti radicali ceceni ai miliziani di Settore Destro?
  • I finanziatori di Settore Destro e più in generale dell'Euro-Maidan sono gli stessi che presiedono al finanziamento e all'addestramento dei miliziani islamici ceceni?
  • Si tratta degli stessi addestratori e finanziatori degli islamisti dell'ISIS, che stanno compiendo in Iraq e in Siria violenze non dissimili nella ferocia da quelle compiute nell'Ucraina russa dai miliziani di estrema destra?
  • Cosa accomuna i nazisti, gli islamisti ceceni e i miliziani ISIS-iaci?

Nell'articolo Frammentazione e Realtà. Perché una guerra in Europa nel XXI secolo?, pubblicato sul numero 9 di PuntoZero in uscita, ho cercato di ricollocare per quanto ho potuto le tessere di questo frammentato puzzle ucraino, lasciando però che a mostrarmisi fosse il mosaico stesso… un mosaico che con notizie come questa mostra la sua estensione anche ad altri conflitti in corso, come quello contro il cosiddetto Califfato Islamico della Siria e del Levante. Le domande sopra esposte potranno quindi risultarvi complementari alla lettura di Frammentazione e Realtà e più in generale a provare a guardare a ciò che accade con uno sguardo diverso… A presto.

J.C.

 

P.S. qui sotto un video (non il solo reperibile in rete) che mostra miliziani islamici "ucraini" gridare Allah Akbar nel giurare fedeltà alla causa anti-russa:


Nota redazionale – Oltre all'articolo Frammentazione e Realtà. Perché una guerra in Europa nel XXI secolo? di Jacopo Castellini, potranno esserti utili alcuni articoli a firma di Alberto Roccatano pubblicati sul nostro sito: Caro Papa, non dimetterti (2013) – Ma cos'è questa crisi (2010) – La guerra del crocifisso. Un nervo scoperto (2003)


Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Hugo Chavez è vivo fino al giorno in cui ci saranno l’amore e la libertà

Scomparsa Chavez: messaggio di cordoglio di Ahmadinejad, ‘Hugo Chavez è vivo fino al giorno in cui ci saranno l’amore e la libertà’ (versione integrale). TEHERAN...

La libertà di pensiero ai tempi di Internet

Cari lettori e care lettrici, ci scusiamo se il nostro sito non è stato visibile nella giornata di domenica 26 aprile. Obiettivamente non sembrano...

Nexus 129: l’editoriale del direttore

Al di là del disgusto per l’approvazione a colpi di fiducia della ignobile e illegittima legge sull’obbligatorietà vaccinale, di cui ci siamo ripetutamente occupati...

ONCE WE WERE BANKERS di Eugenio Benetazzo

Once we were bankers, cioè una volta eravamo banchieri, così si presenteranno tra dieci anni davanti ad una pinta di birra in un qualche...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube