fbpx
domenica - 19 Maggio, 2024

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Elevate your accessory game with OpClock's premium selection of Rolex Replica and meticulously designed replica watches. Explore now and redefine luxury.

“Un popolo di giornalisti, politicanti, trasmigratori”…

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

1° maggio: la Rivoluzione rovesciata

Il primo maggio si festeggia la festa dei lavoratori o Festa del Lavoro, per ricordare le conquiste in materia di orario, di retribuzione e...

Articoli più letti

Sull’immigrazione

La notte di capodanno del 31 dicembre 2015 a Colonia circa un migliaio di arabi ha molestato, aggredito e derubato centinaia di donne tedesche...

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
10,600IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:

Giornalisti in fermento, dirette televisive interminabili e salotti colmi di politici apologeti.
Così sono state vissute in Italia le elezioni presidenziali statunitensi che si sono svolte il 6 novembre.
Dal direttore del tg di La7, Enrico Mentana, a Lucia Annunziata, passando per i vari deputati del Pd in adorazione, tutti si sono dimostrati incontinenti sostenitori di Barack Obama, la speranza nordamericana del 2008 scaricato da ben 10 milioni di elettori.
Il fu direttore del Tg5 non è riuscito a rimanere imparziale di fronte i dati che giungevano dagli Usa, commentando con uno “stiamo andando bene” il primo vantaggio dell’inquilino della Casa Bianca.
Allo stesso modo la sua collega dell’Huffington Post made in Italy in diretta da New York, forse a causa di un’imprevedibile amnesia che l’ha privata della capacità di trovare altri sinonimi, ha chiamato il presidente statunitense “il nostro candidato”.
Sfacciato invece il sostegno del sindaco di Firenze, Matteo Renzi che in collegamento con Porta a Porta, ha sfoggiato alle sue spalle una scenografia fatta di suoi manifesti misti a quelli di Barack Obama, a voler probabilmente sottolineare una qualche similitudine che si fa davvero fatica a trovare.
Anche l’azienda di Stato, la Rai, ha dato il meglio per fornire la massima copertura del voto nordamericano con ben due dirette parallele: una su Rai1, l’altra su Rai News24 e una serie di inviati sul posto.
Lo specchio di un Paese, il nostro, ancora illuso e assuefatto al suo ruolo di colonia.

Fonte: Rinascita

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

SEGRETI NEL CIELO ERESIE SULLA TERRA – 2: I NOSTRI RINGRAZIAMENTI

Ieri si è svolta a Milano la seconda edizione dell'evento SEGRETI NEL CIELO ERESIE SULLA TERRA. Un ulteriore importante momento di riflessione sulle nostre autentiche...

Testa e croce

tutto il mondo, si è rivelato una bufala architettata dallo stesso “decapitato”, in realtà un giovane statunitense che ha voluto dimostrare quanto sia facile costruire false decapitazioni (e chissà cos’altro,...

Testimonianza di un pilota civile sulle scie chimiche – di Straker

Osservazione del rilascio di chemtrails per opera di due Globemaster C-17 cargo a 6.000 m di altezza sopra la Germania   Pubblichiamo la testimonianza di un pilota...

Gli Stati Uniti usano l’Ucraina come discarica per le bombe a grappolo vietate

L'ex analista del Pentagono e tenente colonnello dell'aeronautica, Karen Kwiatkowski, sottolinea i doppi standard nella rappresentazione dei media occidentali sull'uso delle bombe a grappolo. L'ex...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Nessun evento futuro al momento.

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

[mailup_form]

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube