venerdì - 2 Dicembre, 2022

Dal 1995 l'Informazione libera ed indipendente

Un’altra elezione rubata

Data di pubblicazione:

Ultimi articoli

Articoli più letti

Il Grande Incendio di Londra – Cui prodest?

Sono passati ormai 353 anni dal Grande Incendio di Londra, un incendio che ha causato la distruzione di 436 acri di Londra, tra cui...

Sull’immigrazione

La guerra elettrica

Social Network

21,000FansMi piace
5,000FollowerSegui
8,850IscrittiIscriviti
spot_img
Condividi l'articolo:
Ballots have been mailed in preparation for the Oregon Primary Election taking place on May 17, 2022.

Questa volta è il rapporto della CNN sui propri exit poll che indica un’elezione rubata.

Oggi 9 novembre 2022, aggiornato alle 10:49 EST, i giornalisti della CNN Zachary B. Wolf e Curt Merrill hanno osservato che l’ondata rossa ampiamente attesa non si è concretizzata e quindi hanno presentato dati che non sono coerenti con la vicinanza del voto.I giornalisti confrontano gli exit poll delle elezioni del 2018 con quelli delle elezioni del 2022. I confronti mostrano che i Democratici hanno perso sostegno alle elezioni di martedì tra donne, moderati, giovani, persone di colore, elettori urbani, laureati e indipendenti.

https://www.cnn.com/interactive/2022/politics/exit-polls-2022-midterm-2018-shift/

Il sostegno dei Democratici tra le donne è diminuito da 19 punti favorevoli ai Democratici a soli 8 punti. Il sostegno repubblicano tra gli uomini è passato da 4 punti sui Democratici a 14 punti. In base all’età, la preferenza per i Democratici rispetto ai Repubblicani per i 18-29 anni di età è scesa da 35 a 28 e per i 30-44 anni da 19 a 4. Il sostegno dei Repubblicani ai Democratici è aumentato da 1 a 10 punti per i 45- 64 anni e da 2 a 12 punti per chi ha 65 anni e più.

La preferenza dei bianchi per i repubblicani è aumentata da 21 a 28 punti. Le donne bianche sono passate da una divisione di 50-50 a una preferenza di 8 punti per i repubblicani. La preferenza delle donne nere per i democratici è scesa da 85 punti a 78. La preferenza degli uomini di colore per i democratici è scesa da 76 punti a 65. La preferenza delle donne latine per i democratici è scesa da 47 punti a 33; e la preferenza degli uomini latini per i democratici è scesa da 29 punti a 8. La preferenza degli elettori urbani per i democratici è scesa da 33 punti rispetto ai repubblicani a 17 punti. Le preferenze degli elettori suburbani e rurali per i repubblicani sono aumentate di 6 punti e 15 punti. I democratici hanno anche perso il sostegno tra i laureati bianchi e neri. Tra i voti bianchi senza titolo universitario la preferenza per i repubblicani è aumentata di 10 punti. Tra i moderati, la preferenza per i democratici si è erosa da 26 punti a 15. Tra i conservatori il vantaggio repubblicano è passato da 67 punti a 83. Tra i liberali non vi è stato sostanzialmente alcun cambiamento.

Gli exit poll della CNN mostrano una sostanziale erosione della base elettorale democratica dalle elezioni del 2018. Come può un’erosione così sostanziale essere coerente con la mancanza di un significativo guadagno repubblicano martedì?

L’esito delle elezioni di martedì è reso ancora più difficile da comprendere dai giornalisti della CNN quando riferiscono:

“Nel 2018, il 37% degli elettori si dichiarava democratico, rispetto al 33% che si dichiarava repubblicano e al 30% che si dichiarava indipendente. Nel 2022, erano i repubblicani ad avere il vantaggio. Quando hanno ottenuto il controllo della Camera nel 2018, i Democratici avevano un vantaggio tra gli elettori indipendenti. Questo è quasi scomparso nel 2022.

“Sia i democratici che i repubblicani hanno migliorato le loro prestazioni tra i fedeli del partito. Ma i repubblicani hanno costruito un vantaggio tra gli elettori che non hanno una visione favorevole di nessuno dei due partiti. I democratici hanno perso il loro vantaggio tra gli elettori che hanno una visione favorevole di entrambi i partiti”.

Ci sono molte altre indicazioni che indicano che molto è sbagliato nel conteggio dei voti. I sondaggi mostrano che Biden ha un tasso di approvazione di solo il 36% e che la grande maggioranza degli americani non vuole che Biden si candidi alla rielezione tra due anni. In che modo questa preferenza è coerente con il conteggio dei voti delle elezioni di martedì?

Si consideri anche che il partito al potere perde rappresentanza alle elezioni di medio termine, ma nonostante il sostanziale allontanamento dai Democratici rivelato dalla CNN, questo risultato normale non si è verificato martedì.

Considera anche l’insoddisfazione pubblica per: criminalità record, inflazione record con prezzi elevati di cibo e benzina, tassi di interesse in aumento e valori domestici in calo, massiccia immigrazione illegale, indottrinamento forzato dei bambini delle scuole con la teoria transgender e la teoria critica della razza, mandati di vaccinazione Covid di Biden che hanno causato la salute infortuni, morti e carriere distrutte, i blocchi Covid di Biden che hanno distrutto aziende, posti di lavoro, catene di approvvigionamento e aumentato i prezzi, le sanzioni “russe” di Biden che hanno interrotto l’approvvigionamento energetico e aumentato il prezzo di tutto. Considerando tutta questa insoddisfazione, come ha fatto Fetterman, una persona colpita da un ictus e afflitta da problemi di parola che vuole liberare i criminali dalla prigione, a vincere un seggio al Senato degli Stati Uniti dalla Pennsylvania? Come ha fatto lo stesso elettore della Georgia che ha restituito il governatore repubblicano.

Infine, considera le macchine per il voto Diebold che hanno funzionato male nel New Jersey, Arizona e Texas, e il rapporto di Gateway Pundit secondo cui a Detroit, Michigan, le schede elettorali venivano consegnate attraverso la porta sul retro nelle prime ore di mercoledì mattina, molto dopo la scadenza legale.

Ora, chiediti, cosa c’è di peggio, un’elezione americana rubata o un elettorato americano così disinvolto e fuori a pranzo da mantenere in carica un partito politico che ci sta portando alla guerra con Russia e Cina, che odia i bianchi e li perseguita , che ha politicizzato l’FBI e il Dipartimento di Giustizia trasformandoli in agenzie della Gestapo al servizio del potere democratico, che crede fermamente che i genitori siano dannosi per i bambini e non dovrebbero avere voce in capitolo nella loro educazione (lavaggio del cervello), cioè demonizzare la normalità e normalizzare la perversione, che . . . Potrei andare avanti all’infinito. Qui c’era la possibilità per gli elettori di registrare il loro dissenso e, secondo i risultati delle votazioni, non ci sono riusciti. Se il conteggio dei voti è onesto, allora la conclusione è che dobbiamo cancellare il popolo americano come esseri troppo stupidi per sopravvivere come un popolo libero.

Questo è il motivo per cui preferisco di gran lunga credere che le elezioni siano state nuovamente rubate.

Cosa si può fare per le elezioni rubate? Niente. Soprattutto quando un’elezione precedentemente rubata ha lasciato i Democratici al controllo del ramo esecutivo. Il ramo esecutivo è il ramo di polizia. Non imporrà elezioni o leggi contro se stesso. Le città controllate dai Democratici sono imperi a sé stanti. Possono rubare ogni elezione e non si può fare nulla al riguardo. I media sono un’appendice del Partito Democratico. I media supportano qualunque sia la narrativa ufficiale.

Questa è la rubrica di domani, giovedì 10 novembre. Lo pubblico il 9 novembre prima della costruzione della narrativa ufficiale che riceveremo presto in modo che almeno i miei lettori abbiano la possibilità di pensare prima che la spiegazione ufficiale venga loro imposta.

 

Da Katechon

Condividi l'articolo:

Potrebbe interessarti anche ...

Sun Tzu entra in un bar di Kherson….

L'annuncio del ritiro di Kherson potrebbe aver segnato uno dei giorni più cupi della Federazione Russa dal 1991.Lasciare la riva destra del Dnepr per...

Il gigante russo che spaventa l’Europa da Etleboro

Il Governo russo annuncia che sarà pronto a vendere petrolio greggio a fronte di rubli, entro i prossimi cinque anni, termine stabilito dal Ministro...

Jihad, Mossad, al Banqaida: chi è il mandante?

Circolano tre differenti interpretazioni della ripugnante strage compiuta a Parigi nella sede di Charlie Hebdo il giorno 7 gennaio 2015, più o meno in...

SALVADOR OPTION PER L’IRAQ (E LA PALESTINA) di Maurizio Blondet

Queste squadre, accusa l’anonimo, sono state volute dagli occupanti americani, nel quadro di quella che il Pentagono chiama ‘Salvador option’.Nel Salvador degli anni ’80,...

Abbonati a Nexus

Eventi Nexus

Le potenzialità del nostro cervello

0
Grazie alle neuroscienze, oggi possiamo governare meglio le nostre emozioni, soprattutto nelle relazioni interpersonali.A ribadirlo con straordinaria autorevolezza sarà ancora una volta il Dott....

Eventi Segnalati

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo Nexus.

Conferma la tua iscrizione tramite la mail che riceverai.

Sostieni Nexus Edizioni

spot_img

YouTube