Vi proponiamo di seguito un'intervista allo studioso Piero Ragone, autore del libro Il Segreto delle Ere, che sarà senz'altro di vostro interesse. Quale è l'origine dell'Uomo? Quale il suo Passato? Conoscerlo, scoprirlo, può aiutarci nel Presente e ancor più nel Futuro? Domande a cui Ragone tenta di dare una risposta con i suoi studi, e a cui tenterà di dare una risposta il 23 novembre a Montegrotto Terme (Pd) quando parteciperà al convegno Segreti nel Cielo Eresie sulla Terra insieme a Mauro Biglino, Teodoro Brescia, Robert Bauval, Sandro Zicari. [La redazione]


1) Sfruttando quale forza, le costellazioni influenzerebbero il cambiamento socio-politico delle civiltà umane?

Chi ha portato la vita sul nostra pianeta continua a guidare la nostra evoluzione inviando periodicamente tra noi coloro che chiamiamo Messia. Per consentirci di comprendere il momento e il luogo della loro Venuta, si è provveduto a stabilire un punto di ancoraggio tra Cielo e Terra nella corrispondenza tra le tre piramidi della Piana di Giza e le tre stelle della Cintura di Orione; ben lungi dall’essere episodico, questo collegamento consente la sovrapposizione delle costellazioni zodiacali con alcune precise regioni del bacino del Mediterraneo; in tal modo, il passaggio del Sole da una dimora zodiacale alla seguente suggerisce, tanto in passato quanto oggi, il luogo e il tempo in cui i Messia vengono al mondo.

2) La precessione degli Equinozi ha sempre dato vita a cambiamenti radicali nella nostra società. Questo fenomeno quando ha avuto inizio? In quale era precessionale?

Il punto più remoto che gli studi mi hanno consentito di rilevare, finora, risale all’Era della Vergine (13.500 a.C. – 10.400 a.C. circa), ma non escludo ulteriori evoluzioni nella ricerca.

3) Quando finirà l'Era dei Pesci cosa dovremo aspettarci?

Accadrà quello che è accaduto nelle Ere precedenti: giungerà un nuovo Messia. Il compito di chi, come me, si adopera alla diffusione di questa Verità, è quello di preparare la strada al nuovo Maestro, individuare e condividere i segni che consentiranno alle generazioni future di riconoscerlo, accoglierlo e seguirlo.

4) Gesù avvertì di diffidare di tutti coloro che, dopo di lui, diranno di essere il messia e mostreranno poteri simili. Chi è il Messia di cui si pronostica l'avvento?

Non ci è dato saperlo, nessuno nelle Ere precedenti ha conosciuto in anticipo le finalità dei Messia (da cui i fraintendimenti e le persecuzioni di cui sono stati vittime, durante e dopo la loro esperienza terrena); il compito che ci spetta è acquisire e comprendere i segni che ci aiuteranno a distinguere i falsi messia da quello autentico, e far sì che la sua Venuta non resti una speranza legata all’ambito religioso, ma diventi una certezza storica.

5) Alcuni grandi monumenti del passato sono orientati secondo il cielo di 12 mila anni fa. Cosa accadde in quel periodo?

Segni dell’incessante ricerca di un rapporto tra Cielo e Terra sono rintracciabili in ogni angolo del mondo e in ogni epoca; studi sulla Sfinge che “guarda” la costellazione del Leone e ne riproduce fedelmente la sagoma sono stati mirabilmente condotti da validi studiosi, ai quali rimando per maggiori approfondimenti; tuttavia, mi permetto di nutrire un ragionevole dubbio sull’identificazione, tanto della Sfinge quanto della costellazione, con un leone. Il mio percorso di studi conduce alla conclusione che si tratti del dio egizio Anubi e, quindi, di un cane.

6) La Genesi secondo Ragone ... Da chi siamo stati creati e perché?

Il processo di espansione dell’Universo implica la creazione di nuove forme di vita laddove vi sono le condizioni favorevoli per lo sviluppo dell’esistenza; chi ci ha creati lo ha fatto per Amore, lo stesso Amore che muove un padre e una madre a generare un figlio; la teoria secondo cui saremmo il risultato di un mero esperimento di laboratorio compiuto da creature aliene avide di oro, capricciose e corruttrici, non è solo una grave e offensiva menzogna, ma è soprattutto il segno della triste deriva di certe espressioni del pensiero occidentale. Alcuni seguono la via della distruzione di quel poco che il mondo continua a considerare sacro; io ho scelto di dedicare la mia ricerca alla costruzione di un mondo possibilmente migliore e a mantener viva la speranza tanto nel Cielo quanto nel futuro dell’Umanità, senza formulare frettolosamente conclusioni scandalistiche, nichiliste e, ammettiamolo, decisamente lucrose per chi le propone, ma che non recano alcun beneficio all’Uomo.

7) Ci saranno altri ''Diluvi Universali''?

Se ci atteniamo all’interpretazione biblica del fenomeno, inteso come punizione voluta dall’Alto per colpire l’Uomo, la mia risposta è no; se per “Diluvi” intendiamo le catastrofi naturali, come lo tsunami del dicembre 2004 nel sud-est asiatico o il terremoto di Fukushima del 2011, è evidente che la natura reagisce con sempre maggiore violenza alla devastazione che perpetuiamo nei confronti della nostra madre Terra. Finché non impareremo ad averne rispetto e a preservarla, sarà inevitabile pagarne le conseguenze.

8) Il Segreto delle Ere da chi è custodito? Interpretando il movimento dei corpi celesti è possibile predire il futuro della nostra specie e, quindi, anche quelli della coscienza superiore che ci ha generati?

Il Segreto delle Ere è ben noto nei recessi più impenetrabili della nostra società, in quegli ambienti dove chi gestisce il potere non ha né un volto né un nome; ne sono a conoscenza coloro che si adoperano per proteggerlo e coloro che faranno di tutto per ostacolarlo. Ciò che vediamo alla luce del giorno non è come appare: c’è un vasto, inimmaginabile mondo nascosto che muove le fila della storia umana, e non sempre con fini amorevoli.
Strettamente connessa al Segreto delle Ere è la questione del chi e perché ha portato la vita sulla Terra; l’Umanità sta lentamente prendendo coscienza di essere parte di un disegno universale del quale siamo solo una piccola ma significativa parte, ed è indispensabile che questa consapevolezza sia accompagnata da un’adeguata evoluzione della coscienza individuale e collettiva che, al momento, è piuttosto debole. Il maestro arriva quando l’allievo è pronto; chiediamoci, perciò, se siamo realmente preparati ad accogliere una simile rivelazione. Coloro che gestiscono il potere non negano l’esistenza di forme di vita extraterrestri perché vogliono escluderci dalla conoscenza della verità, ma per una ragione molto più complessa e gravosa, che riguarda la sopravvivenza stessa dell’Uomo.
Ma su questo tema potrò dire di più solo in un futuro prossimo.

Fonte: http://gazzettadelmistero.blogspot.it/


Piero Ragone sarà relatore a convegno Segreti nel Cielo Eresie sulla Terra: